Tag: avellino

Covid, startup campana presenta tampone “fai da te”

di Redazione

Dopo quello presentato in Veneto dal governatore Zaia, anche in Campania viene approntato un tampone “fai da te” realizzato dalla startup campana del settore Health Tech “Testami” insieme con Biogem, il centro di ricerca scientifica di Ariano Irpino, operante negli ambiti della genetica molecolare e delle biotecnologie.

L’innovativo tampone “fai da te”, infatti, consente ai pazienti di eseguire il prelievo autonomamente e anche di inviare senza problemi i campioni ai laboratori di ricerca. Al fianco della startup “Testami” hanno lavorato un team di ricercatori di Biogem guidato dal professore Michele Caraglia e dalle dottoresse Alessandra Pucci e Alessia Cossu. Secondo unaricerca di Biogem, fa sapere una nota, «i tamponi auto prelevati consentono la corretta diagnosi dei casi covid-19 positivi con una percentuale di concordanza pari al 94,74% rispetto al tampone somministrato da operatori sanitari».

Inoltre, «sulla base dei test effettuati è possibile concludere che il tampone conserva la stabilità del genoma virale anche a secco senza necessità di refrigerazione e di liquido di trasporto». «Dopo aver certificato il kit presso il Ministero della Salute, – conclude la nota di Testami – la startup è pronta a scendere in campo al fianco delle istituzioni e delle aziende per supportare il processo di screening di popolazione e dare il proprio contributo alla battaglia al coronavirus».

Fonte ©Ansa

©Riproduzione riservata



Truffa delle case vacanza a Camerota: nei guai un 45enne

di Luigi Martino

Ancora una truffa delle case vacanza in Cilento, ma ancora una volta l’operato delle forze dell’ordine ha permesso di individuarne l’autore. Accade a Camerota dove un 45enne di Quarto, nel napoletano, aveva messo a segno un raggiro ai danni di un potenziale turista. Il modus operandi è sempre lo stesso: una casa con panorami mozzafiato sul mare di Marina di Camerota pubblicizzata tramite un noto sito web di annunci. La vittima, una donna di Baiano (in provincia di Avellino), era rimasta incantata dalla location e dal prezzo esiguo, tanto da non aver perso tempo a contattare il fantomatico proprietario per prenderla in fitto. Una volta versata la caparra, come accade in questi casi, scatta la truffa. L’uomo di Quarto che aveva incassato la somma su una carta prepagata, infatti, non era il proprietario dell’immobile e una volta ottenuti i 600 euro di anticipo si era reso irreperibile. La donna, però, ha presentato denuncia ai carabinieri della compagnia di Avellino che in poco tempo sono riusciti a risalire a lui. Questo è soltanto l’ultimo caso di truffa della casa vacanza. Il mese scorso furono denunciate tre persone del napoletano e del casertano per un episodio simile, sempre per un appartamento a Marina di Camerota.

©Riproduzione riservata



Agrichef Academy, diplomati 21 cuochi contadini: 3 sono cilentani

di Luigi Martino

La consegna dei diplomi
Sono 21 i nuovi agrichef diplomati dall’Academy regionale fondata due anni fa da Coldiretti e Terranostra Campania a Montoro (Avellino). Tre giorni di approfondimento, spaziando dalle tecniche di cucina al marketing aziendale, insieme ai corsi di degustazione di vino, olio extravergine di oliva, formaggi e birra artigianale agricola. «È la quarta edizione del nostro corso di formazione – spiega Manuel Lombardi, presidente di Terranostra Campania – che ha l’obiettivo di far crescere la professionalità e l’accoglienza degli agriturismi della rete Campagna Amica». «Un progetto nazionale che punta a qualificare il vero agriturismo italiano, capace di distinguersi per autenticità, rispetto delle regole e attitudine a raccontare la storia delle aziende agricole che sono alle spalle delle nostre strutture. Il programma di formazione sarà sempre più fitto e ricco nel prossimo anno, puntando a rafforzare una rete di circa 100 agriturismi diffusi su tutto il territorio regionale: dall’Appennino sannita e irpino al Cilento, dall’Alto Casertano ai Campi Flegrei, dall’agro nocerino-sarnese all’isola d’Ischia» sottolinea. Gli agrichef cilentani diplomati sono: Martina Cusati (agriturismo Tenuta Vaimonte degli Infreschi di Marina di Camerota), Giuseppina Tortora (agriturismo Il Falco del Cilento di Torchiara) e Paola Passaro (agriturismo Terra Nostra di Corleto, Salerno). Per le altre province, invece, gli agrichef diplomati sono: Renata Lisena (agriturismo Giannasca di Grottaminarda, Avellino); Chiara Romano, Stefania Cannavacciuolo e Raffaele Filarmonico (agriturismo Casa Barbato di Montoro, Avellino); Maria Vittoria Ragnoni (agriturismo La Torretta Baronale di San Giorgio del Sannio, Benevento); Teofilo Mastrocola (agriturismo Fattoria Grande di Circello, Benevento); Marilena Di Filippo (agriturismo Corte Ciervo di San Salvatore Telesino, Benevento); Marialibera Piacquadio (agriturismo Lisoni di Colle Sannita Benevento); Marcella Manganiello (agriturismo Pietre di Fiume di San Giorgio del Sannio, Benevento); Alessandro Della Rocca (agriturismo Le Peonie di Sant’Angelo a Cupolo, Benevento); Antonia Ciabrelli (agriturismo Fattoria Ciabrelli di Castelvenere, Benevento); Giuseppe Esposito (agriturismo La Forcina di Sant’Agata de’ Goti, Benevento); Paolo Puma (agriturismo La Rocca San Giovanni di Apice, Benevento); Elisabetta Zaino (agriturismo Il Melograno di Durazzano, Benevento); Maria Colangelo (agriturismo Cantina Morone di Guardia Sanframondi Benevento), Gianluca Scognamiglio (agriturismo Villa Mazza al Vesuvio di Torre del Greco, Napoli); Alessandro Verde (agriturismo Il Quarto Miglio di Quarto Napoli), Raffaele Caccioppoli (agriturismo Nonno Luigino di Vico Equense, Napoli). Hanno partecipato come docenti Piero Mastroberardino, docente di Economia all’Università di Foggia; Maria Luisa Ambrosino, capopanel Cciaa Napoli e tecnico Aprol Campania (olio extravergine); Emilio Ferrara, direttore della OP ortofrutticola Terra Orti; Francesco Savoia, allevatore e maestro assaggiatore formaggi Onaf, lo chef scrittore Antonio Papale, l’agrichef Stefania Grandinetti, Vito Pagnotta, produttore ed esperto di birre da filiera agricola. Hanno portato il loro saluto ai corsisti il presidente nazionale di Terranostra, Diego Scaramuzza, il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda, e la delegata regionale di Coldiretti Giovani Impresa, Veronica Barbati.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019