Tag: buccino

Da Sapri a Padula e Buccino, auto in totale abbandono nei boschi

di Marianna Vallone

I militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Sapri, Padula e Buccino durante servizi di pattugliamento mirati alla salvaguardia del territorio in zone fuori dai centri abitati hanno riscontrato l’abbandono di autoveicoli in aree boscate. In particolare hanno rinvenuto automezzi, tra cui anche un camion, in totale stato di abbandono e in condizioni di rischio per l’ambiente in quanto da alcuni di essi potevano fuoriuscire liquidi di motore e/o batterie. I mezzi ritrovati in zone non frequentate e lungo la viabilità secondaria, erano invasi da piante ed arbusti con pneumatici sgonfi e privi di molte parti della carrozzeria (sportelli e simili), segni che le carcasse erano state abbandonate da tempo. In una delle auto sono stati addirittura trovati pezzi di ricambio e batterie esauste. I militari sono riusciti, comunque, a rilevare i numeri di telaio degli automezzi privi di targa e da essi, a seguito di indagini effettuate, si è potuto risalire ai proprietari. Agli stessi si è provveduto a notificare la violazione degli articoli 5 e 13 del D.L.vo n. 209/2003 e ad elevare contestuale sanzione amministrativa pari ad euro 1666.67 per ciascuno dei proprietari per il mancato invio del veicolo a regolare smaltimento. Ai proprietari è stata poi imposta la rimozione dei mezzi per l’invio ai centri di smaltimento autorizzati.

©Riproduzione riservata



Scoperta una discarica di rifiuti nel cimitero di Buccino

di Marianna Vallone

E’ stata una segnalazione di un cittadino a portare i carabinieri della stazione carabinieri forestali di Buccino nel cimitero in via Santa Maria delle Grazie, dove hanno accertato una discarica di rifiuti abusiva. In particolare, i militari hanno scoperto in un’area circoscritta e chiusa da cancello, un ingente quantitativo di rifiuti depositati sul suolo, costituiti da lastre in marmo, alcune con applicazione in metallo riportante i dati anagrafici dei defunti, pezzi di calcestruzzo, calcinacci, mattonaci destinati alla chiusura delle tombe, laterizi, ferro, ornamenti in bronzo e plastica. Il sito ha una superficie di circa 45 mq ed il cumulo di rifiuti speciali non pericolosi che giace in esso occupa un volume di circa 65 mc e dalla disamina delle date sulle lapidi si è desunto che il cumulo è il risultato di un costante smaltimento nel tempo dei rifiuti per i quali non si esclude la definitività del loro abbandono configurando in tal modo l’ipotesi di costituzione di una discarica abusiva. Alla luce di quanto riscontrato i militari hanno provveduto a sottoporre in sequestro l’area occupata dai rifiuti ed hanno deferito alla autorità giudiziaria il responsabile per il reato di discarica abusiva di rifiuti speciali non pericolosi provenienti da demolizioni delle tombe.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019