Tag: bulgaria

Sindaco Celle Bulgheria incontra a Roma il neo ambasciatore di Bulgaria

di Luigi Martino

 Il sindaco di Celle di Bulgheria Gino Marotta è stato ricevuto ufficialmente a Roma dal neo ambasciatore della Repubblica di Bulgaria in Italia, Todor Stoyanov. L’alto diplomatico bulgaro ha voluto incontrare personalmente il primo cittadino per rafforzare i rapporti tra l’ambasciata e la comunità di Celle. Il piccolo centro cilentano da qualche anno è gemellato con la cittadina bulgara di Veliki Preslav ed è l’unico comune d’Italia dove nelle scuole elementari si studia anche la lingua bulgara e dove è possibile ammirare nel centro del paese la statua del principe bulgaro Altzek, il condottiero che guidò gruppi di popolazione bulgara verso il Sud Italia. «Il legame con la Bulgaria è sincero e profondo – ha spiegato il sindaco Marotta – le attività culturali che condividiamo sono sempre di più, così come anche i turisti bulgari che arrivano nel Cilento per visitare il nostro paese. Con il neo ambasciatore – ha aggiunto il sindaco – abbiamo discusso delle iniziative da mettere in campo nei prossimi mesi e di eventuali scambi commerciali con la Bulgaria. Mi ha anche detto – continua Marotta – che è sua intenzione creare un rapporto diretto tra il nostro Comune e il ministero del Turismo bulgaro e presto verrà a Celle di Bulgheria per conoscere personalmente la nostra comunità». Intanto, il prossimo 24 maggio, il sindaco Marotta è stato invitato ufficialmente a partecipare alla Festa della Cultura bulgara che si terrà a Roma, presso l’ambasciata, alla presenza del presidente dell’assemblea nazionale della Repubblica di Bulgaria Tsveta Karayancheva.

©Riproduzione riservata



La stampa bulgara esalta Celle di Bulgheria. Marotta: «Qualcosa cambia»

di Redazione

Il Comune di Celle di Bulgheria si riconferma una delle mete turistiche preferite dai bulgari in Italia. E’ quanto emerge da numerosi articoli pubblicati nelle ultime settimane in Bulgaria dalla stampa locale. Il piccolo centro di Celle di Bulgheria è gemellato da qualche anno con la cittadina bulgara di Veliki Preslav ed è l’unico comune d’Italia dove nelle scuole elementari si studia anche la lingua bulgara e dove è possibile ammirare nel centro del paese la statua del principe bulgaro Altzek, il condottiero che guidò gruppi di popolazione bulgara verso il Sud Italia. «Sempre più spesso  – spiega il sindaco Gino Marotta – riceviamo telefonate di turisti bulgari interessati a visitare il nostro territorio. In Bulgaria le foto del nostro Comune stanno facendo il giro della rete e sono finite sui principali quotidiani della nazione». Poi continua. «Ogni anno circa due milioni di bulgari visitano la nostra Regione. Un flusso turistico enorme interessato anche al nostro territorio – continua Marotta – la cui origine è storicamente attribuita allo stanziamento dei bulgari. In questo modo si incrociano le esigenze dei turisti, alla ricerca molto spesso di similitudini di nascita, con le caratteristiche naturali e antropiche del territorio che allarga i suoi orizzonti verso l’Europa». Naturalmente c’è ancora molto da fare. «Il nostro Comune non ha mai fatto turismo – mette in chiaro il primo cittadino – siamo partiti da zero. Ora però qualcosa sta cambiando. La gente sta iniziando a comprendere che è necessario investire sul nostro territorio, sull’accoglienza e su servizi di qualità».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019