Tag: ciolandrea

L’arcobaleno taglia in due il Bulgheria innevato

di Luigi Martino

E’ un pomeriggio piuttosto freddo di fine gennaio. Siamo a San Giovanni a Piro, porta del golfo di Policastro e cuore del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Dopo qualche goccia di pioggia, che imperterrita bagna tutto il territorio da giorni, esce fuori un arcobaleno fantastico. E, il ‘solito’ Andrea Sorrentino, lo cattura in uno scatto sensazionale mentre taglia in due la cima innevata del monte Bulgheria.

©Riproduzione riservata



Lo spettacolo dello Stromboli che si risveglia: lo sguardo è dal Cilento

di Marianna Vallone

Mentre l’Etna si risveglia, lo Stromboli riprende la sua attività, dando così conferma del collegamento tra i due vulcani siciliani. Il vulcano delle isole Eolie, tra i più attivi del mondo, è chiaramente visibile, nelle giornate più limpide, da molte zone del Cilento. La suggestione nasce però su Ciolandrea, il pianoro nel comune di San Giovanni a Piro, il cui sguardo si perde su tre regioni, Campania, Basilicata e Calabria, raggiungendo la Sicilia proprio con lo Stromboli. Gli scatti che immortalano il risveglio e regalano emozioni sono di Andrea Sorrentino (Pyros).

 

©Riproduzione riservata



Nolte, la superstar americana innamorata del Pianoro di Ciolandrea

di Luigi Martino

Nicholas King “Nick” Nolte, la superstar americana nonchè ex modello, è rimasta affascinata dalla ‘grande bellezza’ del Pianoro di Ciolandrea, un belvedere a piccolo sulla costa della Masseta (area marina protetta) a San Giovanni a Piro. Tra i panorami più suggestivi del Cilento, il Pianoro s’affaccia sul Golfo di Policastro e Nolte lo ha scelto per le riprese per il lungometraggio Last Words. Regista è Jonathan Nossiter e tra gli attori Charlotte Rampling, Stellan Skarsgard e Alba Rohrwacher. «Il sindaco Ferdinando Palazzo – fa sapere Pasquale Sorrentino, vicesindaco di San Giovanni a Piro – nei prossimi giorni comunicherà i dettagli». La trama si basa sul romanzo di Santiago Amigorena, ambientato nel 2086 in uno scenario post-apocalittico in cui gli ultimi uomini, sopravvissuti alle catastrofi ambientali, si rifugiano all’ombra di antichi templi per ritornare alla bellezza di un mondo che è ormai distrutto dalla plastica, dall’inquinamento, dalle guerre e da altri disastri. Buona parte del racconto infatti è ambientata a Paestum, dove è stata girato. L’uscita del film, prodotto da Stemal Entertainment e Rai Cinema, è prevista nel 2019. Nick Nolte ha ricevuto quattro nomination ai Golden Globe, vincendolo nel 1992 per Il principe delle maree come miglior attore in un film drammatico, e tre agli Oscar: due come miglior attore, nel 1992 per Il principe delle maree e nel 1999 per Affliction, e una come miglior attore non protagonista, nel 2012 per Warrior.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019