• Home
  • eventi cilento

Tag: eventi cilento

Liberi da plastica, protezione civile Castellabate aderisce a giornata pulizia

di Luigi Martino

La sezione di Castellabate del Gruppo Lucano di Protezione Civile, presieduta da Roberto Paciello, aderisce alla giornata “Days Free From Plastica! Liberi dalla Plastica” in programma domani (domenica 19 maggio). I volontari si ritroveranno alle 9.00 presso il piazzale dei Rocchi , a Santa Maria di Castellabate, per poi procedere alla pulizia delle scogliere. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Castellabate, è aperta a tutti i cittadini che vorranno dare il loro contributo per la pulizia del territorio in cui vivono. Nel corso della stessa giornata, altre iniziative di sensibilizzazione e pulizia del territorio saranno svolte dalle sezioni di Vallo della Lucania, Laurino, San Giovani a Piro, Orria, Salento, Celle di Bulgheria, Pisciotta e Sanza. La locandina dell’evento:

©Riproduzione riservata



In Cilento nasce museo multimediale dedicato al marinaio Chirico

di Luigi Martino

Si terrà, venerdì 29 marzo, durante tutto l’arco della giornata, a Eremiti, frazione di Futani, l’ultimo appuntamento con il Menevavo Festival, kermesse voluta dall’amministrazione comunale di Futani e finanziato dai fondi p.o.c della Regione Campania. Il progetto ha portato, nell’arco degli scorsi mesi e tramite varie giornate dedicate a storia, musica, cinema, arte e cultura, alla creazione e installazione di sette pannelli che vanno a costruire un percorso tematico dedicato al marinaio Francesco Chirico e alla sua storia di coraggio e amore per la patria. Un vero e proprio museo en plein air all’interno del centro storico di Eremiti. Il visitatore potrà ripercorrere tappe e luoghi della vita di Francesco Chirico, nonché scoprire ed apprezzare le bellezze storico-culturali e paesaggistiche del borgo. Il percorso si contraddistingue per la presenza di un ricco patrimonio culturale e paesaggistico e, pertanto, la passeggiata en plein air è stata pensata per consente a cittadini, turisti e semplici avventori di intraprendere un percorso che, attraverso il recupero della dimensione identitaria del luogo relativa alla storia del marinaio Francesco Chirico, offre anche la possibilità di conoscere e apprezzare liberamente il tessuto storico fatto di monumenti, chiese, punti di interesse e scorci panoramici, oltre alla possibilità di entrare in relazione con gli abitanti del posto. La storia del marinaio Francesco Chirico viene narrata attraverso vari media, dalla rappresentazione sotto forma di pannello grafico (contenente la riproduzione delle lettere e dei disegni che Francesco Chirico inviava alla famiglia) ai podcast audio, fino ai videoclip. Ai contenuti si accede tramite i codici QR presenti sui pannelli installati. La passeggiata en plein air è adatta a diversi tipi di utenza: si potrà entrare nella storia e seguirla attraverso la sola lettura delle informazioni contenute sui pannelli oppure approfondirla grazie ai contenuti multimediali, esplorare in libertà il borgo e la natura in cui è immerso e concludere lasciando il proprio messaggio presso la tappa finale. Il fruitore è invitato all’azione (call to action), è invitato a “fare”, a interagire con il museo, non solo a viverne passivamente i contenuti. Programma dettagliato “Menevavo festival” 29 marzo 2019, Eremiti (SA) Ore 9:30: incontro a Eremiti con i ragazzi delle scuole di Futani; Ore 10:00: inaugurazione del percorso “Passeggiata Museo en plein air”; Ore 10:15: percorso guidato per le scuole; Ore 11:15: Convegno: “Passeggiata Museo en plein air” il Marinaio Francesco Chirico; Ore 12:00: Laboratorio: “Il viaggio in un messaggio”; Ore 13.00: Pic-Nic Urbano; Ore 14:00: Caccia al tesoro per ragazzi; Ore 16:30: Percorso guidato per adulti Al convegno interverranno: Aniello Caputo (sindaco di Futani), Cono D’elia (vicepresidente parco), Nicola Iavarone (preside scuola di Futani), Mariagrazia Merola (direttore artistico del Menevavo Festival) e i tecnici che hanno realizzato il progetto (Giuseppe Rivello, Marialaura Imbriaco, Raffaella Ruocco). La locandina dell’evento

©Riproduzione riservata



Adotta un orto, un ulivo o una vigna della Dieta Mediterranea

di Luigi Martino

‘Gli orti della Dieta Mediterranea’ è un progetto che sarà presentato oggi, sabato 29 dicembre, nelle sale del palazzo Vinciprova a Pioppi, nel comune di Pollica. Il borgo marino culla della Dieta Mediterranea, amministrato fino a qualche anno fa da Angelo Vassallo, sindaco-pescatore ucciso da mani ancora ignote, ospiterà l’evento. Si parte alle 17.30 con la presentazione del progetto con i produttori e gli ambasciatori della DietaMed. A seguire Showcooking, degustazioni e musica dal vivo.

Si riparte domani, 30 dicembre, con la visita al workshop al Museo e agli orti della DietaMed. Al termine ci sarà un aperitivo con il contadino. Il progetto è promosso dal Comune di Pollica con il patrocinio del Museo della dieta Mediterranea, diretto da Valerio Calabrese, di Legambiente e della Comunità Europea.

Apri la locandina dell’evento:

©Riproduzione riservata



Agropoli, Paolo Belli saluta in piazza l’arrivo del 2019

di Luigi Martino

Martedì 1 gennaio 2019, la città di Agropoli saluterà l’arrivo del 2019, in Piazza Vittorio Veneto, con il Concerto di Capodanno. Ad esibirsi, a partire dalle ore 20,30, saranno il cantante Paolo Belli e la sua band. Il noto cantante di Formigine, in provincia di Modena, dal 2005 accompagna con la sua Big Band, tutte le coreografie delle coppie di Ballando con le stelle, il fortunato programma condotto da Milly Carlucci, in prima serata, su Rai Uno. Un artista versatile, Paolo Belli, che fin dai tempi dei Ladri di biciclette ha saputo costruire un sound personalissimo e riconoscibile, una sorta di pop colorato di swing che lo ha portato anche a collaborare con esponenti della musica italiana ed internazionale, tra i quali Sam Moore, Dan Aykroyd, Billy Preston, Jon Hendricks, Jimmy Whiterspoon, Vasco Rossi, Enzo Jannacci, Litfiba, Red Ronnie, Mogol, Avion Travel, P.F.M. e Mario Lavezzi e che lo ha portato negli anni per tre volte sul palco del Festival di Sanremo; per cinque edizioni sul palco del Concerto del 1 Maggio a Roma e che gli ha permesso di vincere due edizioni del Festivalbar. «Vi aspettiamo numerosi – afferma il sindaco Adamo Coppola – il 1 gennaio in Piazza Vittorio Veneto, per divertirci insieme sulle note della coinvolgente musica del cantante modenese Paolo Belli. Avremo modo di stringerci la mano e farci gli auguri per il 2019 che speriamo possa essere foriero di tante notizie belle per tutti e, in special modo, per la nostra città». L’evento è incluso nel più ampio progetto denominato “Natale delle meraviglie”, cofinanziato a valere sulle risorse POC Campania 2014-2020 Linea strategica 2.4 – Rigenerazione urbana, Politiche per il Turismo e Cultura. Intanto, questa sera, alle ore 19,30 nella chiesa S. Maria delle Grazie, si esibirà la cantante Piera Lombardi, nell’ambito della Rassegna “Canto di Natale” – Musica nelle chiese. Domani, domenica 30 dicembre, due appuntamenti in programma: alle ore 11.00, si terrà la XVIII edizione del Concerto per la pace, in Piazza della Mercanzia. La Lugansk Philarmonic Orchestra, composta da 50 professori d’orchestra Ucraina, guidati dal direttore Raffaele Iannicelli, presenteranno al pubblico brani celebri di Rossini, Verdi, Strauss, Offenbach, Bizet, Brahms. Alle ore 17.00, in via F. Patella, appuntamento con “Sunday of Christmas dance”, esibizione di danza dell’Associazione Terry Dance. Lunedì 31 dicembre, musica no stop, in Piazza della Mercanzia, dalle ore 13.00 alle 18.00,  con un gruppo live e dj set.

©Riproduzione riservata



Totò rinasce a Roccagloriosa in una particolare rassegna di arte contemporanea

di Luigi Martino

Totò rinasce nel Cilento grazie ad una particolare rassegna di arte contemporanea che sarà inaugurata sabato 22 dicembre (ore 11) presso la Sala Teatraria del Monastero di San Mercurio nel comune di Roccagloriosa. In mostra opere di pittura, grafica e fotografia ispirate alla vita ed alla carriera del Principe Antonio De Curtis, in memoria del suo straordinario contributo alla storia del cinema e del teatro italiano. L’iniziativa, curata da Enzo Angiuoni (associazione Arteuropa) in collaborazione con Luigi Gatto (Cilento Cultura in Movimento), rientra nel progetto “Omaggio a Totò” promosso da Arteuropa in varie località della penisola (Milano/Expo, Napoli, Lecce Chieti, Salerno, Udine ed altre ancora). All’inaugurazione – opening interverranno:
  • Giuseppe Balbi Sindaco di Roccagloriosa
  • Annamaria Felicia Nardo Assessore alla Cultura
  • Luigi Gatto Operatore Culturale
  • Enzo Angiuoni Artista
  • Laura Piserchia Giornalista
  • Serafina Trofa Critico d’Arte
L’amministrazione comunale di Roccagloriosa, che patrocina l’evento, ha acquistato di recente e sta ristrutturando il palazzo appartenuto, nel secolo scorso, alla famiglia De Curtis, nobile casato di cui faceva parte il marchese Giuseppe, padre di Antonio, in arte Totò.Per info e visite guidate (fino al 10 gennaio), contattare il 3291513164 E gli omaggi al principe della risata proseguiranno anche nel 2019 Sabato 5 gennaio (ore 11), nell’aula consiliare del Comune di Roccagloriosa, Elena Alessandra Anticoli De Curtis (Associazione Antonio De Curtis in arte Totò) presenterà il libro che ha scritto sul nonno: A Napoli con Totò: Dalla Sanità alla luna. Apri la locandina dell’evento:

©Riproduzione riservata



Viculi e viculieddi, a Pollica la magia del Natale abbraccia la tradizione

di Luigi Martino

Nel fitto cartellone natalizio 2018 trova di nuovo spazio l’atteso “Viculi e Viculieddi”, l’evento organizzato dal Comune di Pollica, in collaborazione con la Pro Loco e l’Associazione Viculi e Viculieddi, per celebrare i giorni del solstizio come simbolo di rinascita dell’uomo e della natura.

L’edizione invernale prende il via il 28 Dicembre: i giorni del 28, 29 e 30 dicembre saranno, infatti, l’occasione per riscoprire la serena bellezza di Pollica in una magia di luci, colori e sapori della tradizione. Attraverso tre “quadri” pensati per l’evento – “l’Inverno” nella piazza centrale, “Il Solstizio” e “La vita che rinasce” in due dei vicoli più suggestivi del borgo – si potranno riscoprire i sapori di un tempo, le arti e i saperi della quotidianità pollichese passata e presente.

Con l’idea di rendere omaggio alla notte più lunga dell’anno, suggestivamente simbolo dell’inizio di una nuova vita, i visitatori potranno dedicarsi alla degustazione di squisiti “piatti d’inverno”, pietanze tipiche della cucina contadina alla base della Dieta Mediterraneapatrimonio Unesco, godendo dei momenti teatrali a cura della compagnia Mansarda Teatro dell’Orco diretta da Roberta Sandias.

«Il solstizio come inizio di nuove fioriture, come evento naturale avvolto da miti e leggende” – dichiara il sindaco di Pollica Stefano Pisani – è, per la settima edizione consecutiva, l’occasione per festeggiare il presente restando legati alle proprie radici, l’ appuntamento giusto per dedicarsi alla convivialità tipicamente cilentana anche durante le feste di NataleImperdibile».

Apri la locandina dell’evento:

Info: https://www.facebook.com/comunedipollica http://www.pollica.gov.it

©Riproduzione riservata



I Rittantico accendono l’albero in una delle frazioni più piccole del Cilento

di Luigi Martino

Venerdì 7 dicembre 2018, alle ore 19.30, i Rittantico, gruppo di musica popolare, accenderà l’albero di Natale a Castinatelli, frazione di Futani tra i paesi più piccoli del Cilento. «Una serata un po’ diversa» allietata da buona musica. In piazza sarà allestito anche uno stand gastronomico. L’evento è stato organizzato nell’ambito del Menevavo Festival con il patrocinio della Regione Campania e del Comune di Futani. Hanno collaborato anche la Proloco di Futani, l’associazione ‘Giovani e meno giovani’ di Castinatelli, l’associazione onlus ‘Futani insieme’ e Balconica.

La locandina dell’evento

©Riproduzione riservata



Menevavo Festival, l’emigrazione e lo spopolamento dei piccoli paesi

di Luigi Martino

Il progetto, voluto dall’amministrazione comunale di Futani, si svolge su tutto il territorio comunale. E’ stato finanziato dalla Regione Campania a valere sulle risorse del programma operativo complementare (Poc) 2014-2020 Eventi per la promozione turistica e la valorizzazione dei territori. Il Menevavo festival si articola in dieci eventi itineranti sul territorio comunale, un viaggio nel viaggio, dove si alternano, dal mese di settembre scorso fino a marzo, spettacoli musicali con spettacoli teatrali, escursioni, visite guidate, laboratori enogastronomici e di artigianato artistico, mostre d’arte, presentazioni di libri e convegni tematici. Il fil rouge che collega gli eventi è il tema del viaggio che va “Dall’insediamento dei monaci italo – greci allo spopolamento contemporaneo” analizzato attraverso il racconto di tre storie che unite creano l’entità di Futani.  La direzione artistica dell’evento è affidata a Mariagrazia Merola.

«L’esperienza del viaggio, per qualsiasi motivo esso viene intrapreso, determina nell’individuo sempre un cambiamento, consente di incontrare persone di culture e storie diverse con cui dialogare e scambiare opinioni, tende ad innescare l’apertura verso il mondo, raccontare la propria storia e ascoltare quelle altrui. Analizzare e valorizzare le storie legate al “viaggio”, attraverso le esperienze vissute da chi c’è stato prima di noi, analizzando le migrazioni di ieri, dei nostri avi, può aiutare a comprendere un fenomeno storico e complesso come quello delle attuali migrazioni. Il racconto del viaggio diviene quindi possibilità di riflessione su di sé e sull’altro, altro che in questo caso non è più semplice oggetto di indagine, ma fonte attiva di conoscenza» precisano dall’organizzazione.

Alla ricerca di una vita migliore: l’emigrazione e lo spopolamento dei piccoli paesi Nel secondo dopoguerra i campani e, in particolar modo i cilentani, emigrarono verso il Belgio. Il cilentano (come tutti d’altronde) emigrava per necessità di natura economica, ma pensava sempre al ritorno in patria, all’incontro con i familiari, agli amici, alle abitudini, ai sapori e agli odori della sua terra. In tal modo, gli emigranti, almeno all’inizio, rimanevano ancorati alle tradizioni religiose del loro paese, alle proprie radici, alle feste svolte con processioni, bande, fiere, bancarelle. Sapere di ritornare alleviava le pene della lontananza, permetteva di ritrovare un po’ di serenità. Anche la visita ai luoghi dell’infanzia, agli amici, alla casa natìa era tappa obbligata, che alleviava il dolore di chi era costretto a partire. Uno degli scopi del Menevavo festival è quello di riaccendere la vita del paese,  far rivivere i luoghi, le piazzette, i vicoletti, tenere accesa la memoria, il racconto, le storie di vita. Aprire le finestre delle case tenute per troppo tempo chiuse e far entrare aria nuova, creare comunità e condivisione, far in modo che il viaggiatore nostro ospite possa vivere un esperienza unica a stretto contatto con la genuinità dei rapporti umani, con la specificità della cultura e delle tradizioni locali, con le persone che vi abitano. Sono previsti spettacoli musicali e di teatro, convegni, laboratori di comunità, performance dai balconi e pic nic urbani.

Programma dal 22 dicembre al 6 gennaio 22 dicembre Ore 18:00 – Inaugurazione della personale di Gianluca Carbone “Il Viaggiatore” -Aperitivo + Dj set Wiseman Dub – Raffaele Gargiulo aka Papa Lele Ore 22:00 live set – Jambassa – Carmine Minichiello e Raffaele Gargiulo 23 dicembre Ore 9:00 -Trekking: Da Futani a Santa Cecilia, un percorso tra storia e natura. con Archeo Trekking Ore 16:00 -Visita alla mostra “Il Viaggiatore” di Gianluca Carbone Laboratorio d’arte contemporanea Ore 20:30 – Proiezione del film “ I VILLANI “ Regia: Daniele De Michele “Donpasta” produzione ZaLab 28 dicembre Ore 16:00 -Visita alla mostra “Il Viaggiatore” di Gianluca Carbone -Laboratorio d’arte contemporanea Ore 20:30 Concerto Induo voiceyjazz – Rossella Cosentino e Marco Berti 3 gennaio Ore 18:00 Convegno: Alla ricerca di una vita migliore – L’emigrazione e lo spopolamento dei piccoli paesi. Ore 22:00 Live set ELEM Marco Messina, Fabrizio Elvetico e Loredana Antonelli 5 gennaio Ore 16:00 -Visita alla mostra con Laboratorio d’arte contemporanea per bambini – Concerto di Natale in Chiesa A cura dell’istituto musicale “R.Goitre” La mostra “Il viaggiatore” resterà aperta tutti i giorni, dal 22 dicembre al 6 gennaio, dalle ore 16:00 alle ore 21:30. • La pagina Facebook ufficiale dell’evento Menevavo Festival Apri la locandina:
Menevavo Festival, il programma

©Riproduzione riservata



Vino e cambiamenti climatici: l’allarme parte dal Cilento

di Luigi Martino

Sabato 1 dicembre 2018, a partire dalle ore 10.30, al museo di Paestum, si terrà la quarta edizione del Vino del Tuffatore realizzata in collaborazione con il consorzio tutela Vini di Salerno. Un’edizione diversa dalle precedenti, dedicata a un tema di grande attualità «La viticoltura salernitana tra cambiamenti climatici e tutela del paesaggio e della biodiversità».

«L’iniziativa fa valere il nostro motto – Ceci n’est pas un musée, questo non è un museo! – nel senso che esprime l’allargamento della fruizione del patrimonio archeologico su cui puntiamo. La viticoltura come parte integrante della Dieta Mediterranea è uno degli elementi che lega il nostro presente all’epoca della colonizzazione greca, e il fatto che ne parliamo nel museo con la possibilità di degustare vini cilentani e campani mi sembra un ottimo segno del rapporto intenso tra beni culturali e territorio» dichiara il direttore Zuchtriegel.

Un modello previsionale, elaborato da un gruppo di ricercatori, ha stimato i possibili impatti del cambiamento climatico sulla vitivinicoltura. Lo studio evidenzia il fatto che le regioni vinicole più importanti del mondo vedranno sensibilmente diminuire le loro aree coltivabili, un evento che obbligherebbe i viticoltori a piantare nuovi vigneti in ecosistemi precedentemente indisturbati, a latitudini più alte o altitudini più elevate, con specie vegetali e animali diverse.

«Il paesaggio si fa. Il paesaggio è il principale documento della nostra storia. E come la storia è il prodotto di avvenimenti, azioni, luoghi. Ma bastano conservazione e tutela a “fare il paesaggio”? Tutto cambia: il clima, le comunità, la tecnologia, le necessità. Quindi è importante idealizzare e ripensare il paesaggio, valorizzandone l’identità, le specificità e biodiversità» afferma il presidente del consorzio, Luigi Scorziello.

L’incontro si propone come occasione di confronto tra le più importanti realtà della filiera vitivinicola nella provincia di Salerno. Discutere e condividere idee e azioni per lo sviluppo del territorio e delle sue denominazioni di origine; definire ed adottare buone pratiche di intervento per la mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e per la sostenibilità delle produzioni vitivinicole saranno gli obiettivi della giornata che si concluderà con l’adozione condivisa di un documento di indirizzo strategico per il comparto.

Nel pomeriggio nel Museo sarà possibile degustare i vini di 33 aziende associate al Consorzio di Tutela Vini Vita Salernum Vites che saranno presenti all’evento dalle ore 14.30 alle 20.00 e presenteranno i loro vini a marchio comunitario (Dop Cilento, Dop Castel San Lorenzo, Dop Costa d’Amalfi, Igp Paestum, Igp Colli di Salerno). A seguire, dalle ore 17.00, si terranno due seminari dedicati al vino, a cura del giornalista Luciano Pignataro e dellasommelier Maria Sarnataro, delegata AIS Campania.

L’iniziativa è inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nell’abbonamento Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.

Sito web: pae.promozione@beniculturali.it Tel. 0828811023 www.museopaestum.beniculturali.it

Facebook: Parco Archeologico Paestum Twitter: @paestumparco Instagram: paestumtempli

©Riproduzione riservata



Sabato Marina di Camerota accende le sue Luciammare

di Luigi Martino

L’edizione 2017 di Luciammare (Foto Cilentoinfoto)
«La terza edizione di Luciammare non sarà come le altre. Quest’anno ci siamo superati». Lo rendono noto i membri del comitato organizzatore e l’associazione Tuttinsieme che ha messo in piedi quello che è già diventato uno degli eventi più attesi del Cilento. Più che evento, però, quest’anno si parla di una trasformazione generale del Porto di Marina di Camerota che, dall’8 dicembre 2018 all’8 gennaio 2019, diventerà uno spazio per grandi e piccini dal fascino Natalizio con tante sorprese rispetto all’edizione 2017. La ditta ‘Duemme Illumination’ di Massimo Marotta ha già provveduto ad allestire tutto il paese. Torna il ‘Giardino incantato’, fortemente voluto dai bambini. Poi la ‘Slitta gigante’, un’attesissima installazione luminosa,  la cascata di luci lungo il molo e i fari che colorano il mare. «E’ un’edizione particolare – dichiara Giovanna Attanasio, presidente di Tuttinsieme – ci siamo spesi tanto per organizzare il tutto nei dettagli ma ciò che sarà possibile vedere all’inaugurazione è solo una parte dello spettacolo complessivo». Molto soddisfatto ed entusiasta anche il responsabile del progetto, Antonio Cappuccio: «Dopo due belle edizioni non è stato semplice riordinare le idee e partire per un’altra avventura, ma sono tante le persone, ragazzi e ragazze che “lavorano” per portare a casa il risultato. Abbiamo tante cose in programma, tante idee che sveleremo man mano, ci tenevo a ringraziare commercianti, albergatori e quanti stanno contribuendo per la riuscita dell’evento» conclude Cappuccio. Sabato 24 novembre, infatti, Marina di Camerota accende le sue Luciammare. Alle 18.30 in piazza San Domenico si esibiranno i bambini dell’associazione Carpe Diem con i canti di Natale al cospetto della chiesa. Poi la tipica ‘Zeppolata’, che ogni anno riscuote un gran successo, e l’accensione delle luminarie. L’evento si sposterà in zona Porto con i mercatini dell’artigianato, musica dal vivo e fuochi d’artificio. Circa un’ora prima, invece, alle 17.15, toccherà alla frazione Lentiscosa che accenderà le sue luci con, a seguire, la zeppolata e un musica per grandi e piccini. Domenica 25, poi, toccherà a Camerota capoluogo alle 17.30 (a seguire zeppolata e musica) e Licusati alle 18.30 (a seguire buffet di dolci offerto dalla comunità e musica). «E’ un progetto al quale ho sempre creduto fin dal primo giorno, da quando non ero ancora sindaco – dice Mario Salvatore Scarpitta, primo cittadino di Camerota – ho visto crescerlo insieme a tanti giovani e questa è la vera soddisfazione, vedere tanti ragazzi e tante associazioni che lavoro fianco a fianco con l’Amministrazione Comunale per portare e creare qualcosa di bello a Camerota. Il nostro paese questo Natale si candida ad essere capitale del Cilento». Luciammare vede il patrocinio del Comune di Camerota e dell’ufficio turistico ‘La Perla del Cilento’. L’Amministrazione Comunale, tramite gli introiti della tassa di soggiorno, ha deciso di destinare, in egual misura, un contributo per tutte e quattro le frazioni. Con l’aiuto dell’Amministrazione sono stati addobbati i paesi dell’entroterra con le luminarie di Natale. Ogni frazione, inoltre, sta organizzando il proprio calendario di eventi. Visita la pagina Facebook dell’evento: Luciammare
La locandina dell’evento

©Riproduzione riservata



Balconica 2018

di Luigi Martino

A Futani la quinta edizione di Balconica. Intervista a Mariagrazia Merola, ideatrice dell’evento

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019