• Home
  • fiamme gialle

Tag: fiamme gialle

Cilento, noleggi irregolari: società nei guai. Sequestri e multe

di Redazione

La guardia di finanza di Salerno ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, per l’importo di circa 52 mila euro, emesso dal tribunale di Vallo della Lucania, su richiesta della procura, nei confronti di un imprenditore di Agropoli. Il provvedimento è stato adottato al termine di un’attività fiscale eseguita dalle fiamme gialle di Agropoli nei confronti di una società cilentana operante nel settore della posa in opera di fibra ottica, conclusa con la segnalazione all’Agenzia delle Entrate di un imponibile di 234 mila euro sottratto a tassazione, con un’imposta evasa pari a circa 52 mila euro. In particolare, i militari agropolesi hanno scoperto che l’impresa aveva rilevato in contabilità e, di conseguenza, nella dichiarazione dei redditi, costi per il noleggio di escavatori, fatturati da una società modenese che, degli accertamenti svolti, è risultata priva di una sede, di una struttura logistica e, soprattutto, di macchine da movimento terra. Le indagini finanziarie hanno poi confermato l’assoluta fittizietà dei rapporti commerciali tra le due società e la totale assenza di corrispettivi per il presunto noleggio degli escavatori. Con la misura cautelare, emessa a garanzia del credito erariale, sono stati sequestrati depositi a risparmio nominativi, carte di credito, fondi d’investimento ed otto veicoli nella disponibilità del titolare dell’azienda cilentana, in misura pari all’imposta evasa.

©Riproduzione riservata



Vallo della Lucania, Finanza dona ai bisognosi abbigliamento sequestrato

di Luigi Martino

La guardia di Finanza del comando provinciale di Salerno ha donato alla Caritas di Vallo della Lucania 170 capi di abbigliamento sequestrati. Alla presenza del Vescovo di Vallo della Lucania, Monsignor Ciro Miniero, i militari delle fiamme gialle hanno consegnato un regalo per le persone bisognose. Articoli di abbigliamento ed accessori, fra cui scarpe e borse, sottoposti a sequestro e successiva confisca, sono stati regalati alla Caritas. Sarebbero stati destinati alla distruzione, ma le fiamme gialle hanno chiesto e ottenuto dalla competente autorità giudiziaria, l’autorizzazione a disporne le donazione «per scopi sociali», dopo averne preventivamente rimosso tutti i segni distintivi falsificati. «L’iniziativa serve innanzitutto a fornire un aiuto concreto a coloro che si trovano in condizioni di indigenza, soprattutto nell’approssimarsi delle festività natalizie. E’ importante, anche, per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul fenomeno della contraffazione, che danneggia in maniera significativa gli operatori economici regolari, causando ingenti perdite a tutta la filiera produttiva e distributiva» fanno sapere dalla tenenza di Vallo della Lucania. Parole di apprezzamento e gratitudine per l’iniziativa, sono state rivolte ai finanzieri da Monsignor Miniero e dal direttore della Caritas diocesana, don Aniello Adinolfi.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019