• Home
  • incidente stradale

Tag: incidente stradale

Potenza, auto carambola in una scarpata per 100 metri: 20enne illeso

di Redazione

di Pasquale Sorrentino

Ieri sera, martedì, i Vigili del fuoco del Comando Provinciale di Potenza, sono intervenuti in contrada Piani del Mattino a Potenza per un incidente stradale. Una Peugeot 207, intorno alle 22.30, è uscita di strada ed è carambolata per circa 100 metri in una scarpata. La richiesta di intervento è stata effettuata ai Vigili del Fuoco dal 118, per fortuna l’occupante, un ragazzo di 20 anni era già uscito dall’auto ed era cosciente, all’arrivo del personale sanitario è stato preso in carico e sottoposto ai primi controlli. Durante le operazioni di soccorso i caschi rossi hanno provveduto alla messa in sicurezza del veicolo incidentato per evitare l’insorgere di incendio. I Vigili del fuoco sono intervenuti con una autopompa, un fuoristrada per un totale di cinque unità. Sul posto anche Polizia di Stato, 118 e soccorso stradale.

©Riproduzione riservata



Mercoledì i funerali di Mariapia, morta a 23 anni in un incidente stradale

di Marianna Vallone

Si terranno domani, mercoledì, nella chiesa di San Nicola di Mira di Auletta, alle ore 11.30, i funerali di Mariapia Di Stasio, la giovane di 23 anni morta ieri pomeriggio dopo 5 giorni di agonia. La ragazza la sera del 4 dicembre scorso era rimasta coinvolta in un grave incidente lungo la strada statale 19 ad Auletta, comune del Tanagro. Le sue condizioni sono apparse subito gravi, e dopo 5 giorni, dichiarata la morte cerebrale della ragazza, i genitori hanno autorizzato i medici del Ruggi, dove era ricoverata nella Terapia Intensiva, alll’espianto degli organi.

©Riproduzione riservata



Grave incidente a Capaccio Paestum, feriti due ragazzi

di Marianna Vallone

E’ di due feriti il bilancio del grave incidente stradale che si è verificato questa notte sulla strada statale 18 a Capaccio Paestum nei pressi di Foce Sele. Si tratta di due giovani di 28 anni di Albanella, che stavano rientrando da una serata insieme. Secondo una prima ricostruzione l’auto, per cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri delle compagnie di Agropoli ed Eboli, è andata a schiantarsi contro il guard rail. L’impatto è stato forte ed uno dei due giovani è balzato fuori dall’auto rimanendo incastrato nel dispositivo di sicurezza a margine della carreggiata. Difficili le operazioni di soccorso. Sul posto sono giunti, allertati dalla centrale operativa del 118, gli operatori sanitari dell’ambulanza della Croce Azzurra di Licinella e dell’ambulanza di tipo B da Agropoli, che hanno poi trasferito d’urgenza i due ragazzi negli ospedali di Vallo della Lucania ed Eboli.

©Riproduzione riservata



Grave incidente a Policastro, due feriti

di Marianna Vallone

Foto dell’incidente
Una ragazza di 19 anni ed un 15 enne sono le persone rimaste coinvolte nel grave incidente avvenuto nella notte nel centro abitato di Policastro Bussentino. Il fatto è avvenuto sulla strada statale 18, nei pressi del Jazz Pub, intorno alle 2. I due giovani arrivavano da Sapri quando la loro auto, per cause ancora in corso di accertamento, è andata a schiantarsi contro un muretto con fioriere e pali della segnaletica, invadendo la corsia opposta. Il minorenne è rimasto incastrato tra le lamiere, i Vigili del Fuoco del distaccamento di Policastro Bussentino, giunti immediatamente sul posto insieme ai soccorsi e ai carabinieri della compagnia di Sapri, hanno liberato il giovane poi trasportato con urgenza all’ospedale di Sapri. 

©Riproduzione riservata



Il sindaco Rinaldi: «Poche ambulanze, potenziare i servizi nel Vallo di Diano»

di Marianna Vallone

Poche ambulanze e troppi disagi. Un incidente stradale avvenuto ieri a Montesano sulla Marcellana, nel Vallo di Diano, ha sollevato la polemica sui mezzi a disposizione dei soccorsi. Con una nota il sindaco Giuseppe Rinaldi ha fatto sapere che protocollerà al presidente della Comunità montana del Vallo di Diano, Raffaele Accetta, la proposta di istituire un tavolo operativo permanente tra tra Conferenza dei Sindaci, Asl, Regione e tutti i soggetti del settore che tratti di sanità senza esitazione. 

«Sono stato ieri testimone diretto di come la rete di emergenza sanitaria e il piano ospedaliero nel e del Vallo di diano vadano immediatamente rivisti e potenziati – scrive il sindaco di Montesano – Ricordo che il problema lo avevamo con alcuni colleghi sollevato su riunioni sul tema ma la situazione è sempre la stessa». Ma cosa è successo? «Chiamo 118 per incidente grave di una signora di Montesano essendo il primo a trovarmi sul posto; velocemente arriva l’ambulanza dall’ex clinica Fischietti, centro su cui da tempo ci battiamo con colleghi di Padula per potenziarlo a Psaut; il personale sanitario soccorre la donna con competenza e chiama la centrale per chiedere dove portarla essendovi probabilmente fratture dovute all’incidente; risposta? Ospedale di Eboli perché a Polla non c’è nel fine settimana ortopedico disponibile».

«Non finisce qui: arrivano ad Eboli ed essendo la donna trasportata su barella spinale, i nostri sanitari, ripeto ottimi, devono attendere che vengano restituiti gli attrezzi sanitari propri dell’ambulanza per renderla funzionale e poter ripartire; intervento 10.20 circa rientro da Eboli intorno alle 14! Quattro ore che il Vallo di Diano ha solo ambulanza medicalizzata a Teggiano». In sintesi, dice Rinaldi, che se un cittadino di Tardiano in quelle ore avesse avuto necessità urgente, considerati il tempo di percorrenza da Teggiano a Tardiano o addirittura l’assenza se questa ultima ambulanza fosse impegnata altrove, sarebbe successo l’impensabile.

E’ proprio questo è il punto su cui sofferma l’attenzione Rinaldi. «Se dovesse succedere una pluriemergenza come e cosa faremo? Ricordo che a Tardiano eravamo riusciti ad avere una ambulanza seppur di tipo B ma l’Asl L’ha ritenuta antieconomica, nonostante locali utenze ed altro erano a carico del Comune, e l’ha chiusa… Se davvero vogliamo parlare di sanità nella Strategia delle Aree Interne dobbiamo istituire un tavolo operativo permanente tra Conferenza dei Sindaci, Asl, Regione e tutti i soggetti del settore».

Poi sulla questione del punto nascita dice: «E’ una questione che non doveva proprio “nascere”, ce lo insegna… gli organi politici preposti, competenti, al momento non funzionano e se anche funzionassero hanno una portata più ampia, organi che necessitano di rinnovamento come chiesto da diversi colleghi all’ultima riunione a Polla. A noi serve una discussione e una proposta seria e concreta a livello comprensoriale, questo è un territorio che ha bisogno di una sanità funzionante e ritengo che la rete emergenza sia fondamentale per garantire la sicurezza di chi vive, i sindaci devono proporre, chiedere interventi e a volte anche denunciare quando non hanno mezzi e competenza per agire immediatamente, come in questo caso».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019