Tag: luca cascone

Sapri, Luca Cascone inaugura cantiere lavori in piazza Plebiscito

di Marianna Vallone

Mercoledì alle ore 15:30 si inaugura in piazza plebiscito a Sapri il cantiere del lavoro di “viabilità e collegamento con le arterie stradali intercomunali connesse con le attività turistiche del litorale”. Sarà presente il consigliere regionale Luca Cascone, presidente della quarta commissione trasporti della regione Campania. Dopo il via ai lavori nella piazza principale di Sapri, alle 17:00 nell’aula consiliare sarà l’occasione per un dibattito sul tema “Opere pubbliche ed infrastrutture nella Città di Sapri” insieme al sindaco Antonio Gentile.

©Riproduzione riservata



Riattivazione Sicignano-Lagonegro, Cascone a Castiello: «Chieda al governo le risorse»

di Marianna Vallone

Dopo il sollecito da parte del senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello alla Regione Campania per dare il via allo studio per i lavori sulla tratta ferroviaria lucana Sicignano-Lagonegro, Luca Cascone, presidente della Commissione Lavori Pubblici della Regione Campania, ha risposto parlando di risorse economiche che il senatore dovrà chiedere di programmare al governo. «Apprezzo il suo interessamento e desidero rassicurarla, – scrive Cytrascone – la firma della convenzione è un atto formale al quale la Regione Campania è ovviamente già pronta; tra l’altro RFI è già a buon punto per definire lo studio. La Giunta Regionale ha reperito le risorse per finanziare lo studio di fattibilità, nel pieno rispetto per l’utilizzo delle risorse pubbliche e sensibilità per la problematica; l’analisi dei costi necessari al ripristino e lo studio dei possibili scenari di servizio attuabile consentirà di valutare, dati alla mano, l’efficacia dell’eventuale investimento necessario all’adeguamento della linea, approccio che sicuramente apprezzerà».

E continua: «Lo studio di fattibilità, una volta consegnato, riteniamo debba essere oggetto di discussione con i Sindaci del territorio e con tutti i riferimenti istituzionali. Per tanto credo sia utile già da ora, se veramente vuole impegnarsi ed in considerazione del ruolo importante che ricopre, chiedere al Governo di cui fa parte di iniziare a programmare le risorse per gli interventi infrastrutturali che saranno necessari (stimati sommariamente da RFI in alcune centinaia di milioni di euro). La Regione – aggiunge Cascone – con le proprie risorse sta creando i presupposti per discutere – con un progetto reale  – della potenziale riapertura; Lei potrà dare la spinta decisiva facendosi parte attiva per concretizzare lo stanziamento delle risorse economiche utili, trasformando il suo interessamento in fatti concreti».

©Riproduzione riservata



Castiello sollecita firma alla Regione per riapertura della Sicignano – Lagonegro

di Marianna Vallone

di M. V. Ieri l’ennesimo sollecito da parte del senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello alla Regione Campania per dare il via allo studio per i lavori sulla tratta ferroviaria lucana Sicignano-Lagonegro. Il senatore ha inviato a Luca Cascone, presidente della Commissione Lavori Pubblici della Regione Campania, una nota affinché venga sollecitata la firma della convenzione con RFI che permetterà di redarre lo studio di fattibilità per la riapertura della linea ferroviaria Sicignano – Lagonegro. La riapertura della tratta, sospesa nel 1987 “temporaneamente”, «è iniziativa strategica per il contrasto allo spopolamento delle aree interne – ha detto Castiello – e pertanto è un obiettivo da raggiungere nel più breve tempo possibile». Nella nota si legge che RFI ha fatto sapere che lo studio di fattibilità è compiuto ma bisogna procedere alla sottoscrizione della convenzione con la Regione per lo studio di fattibilità definitivo. E che la bozza per la convenzione sarebbe già pronta. Insomma si attende solo l’ok da parte della Regione Campania.

©Riproduzione riservata



Una metropolitana leggera per collegare i comuni della Piana del Sele

di Luigi Martino

«Questo è il primo passo per annodare la Piana del Sele in uno snodo di interessi di area vasta. Credo che la regione sosterrà economicamente l’intero intervento di area vasta. Sono sempre convinto che la cooperazione fra i territori è il futuro per continuare a garantire i servizi ai cittadini». Così il sindaco di Bellizzi, Mimmo Volpe, a margine dell’incontro avuto oggi con i colleghi di Battipaglia e Eboli e con il presidente della commissione regionale Trasporti e Infrastrutture Luca Cascone. Oggetto del tavolo «La Piana del Sele quale baricentro della mobilità a sud di Salerno» e lo sviluppo del sistema dei trasporti in conseguenza del prolungamento della metropolitana di Salerno fino alla Piana del Sele. Un intervento, questo, necessario anche in vista dello sviluppo del sistema aeroportuale regionale, grazie al prolungamento del collegamento ferroviario Arechi-Aeroporto, e di quello turistico.

«Per il completamento del servizio locale della metropolitana leggera di Salerno – spiega una nota dei sindaci -, manca l’ultimo tronco, la tratta compresa tra Pontecagnano aeroporto e i comuni della Piana, Bellizzi, Battipaglia e Eboli; il proseguimento e completamento della linea leggera di metropolitana fino a questi comuni costituisce un’opera di particolare importanza, un anello fondamentale nel sistema integrato dei trasporti locale-regionale, unitamente all’ampliamento in corso dell’aeroporto di Pontecagnano-Salerno. Vista la necessità degli abitanti della Piana del Sele e del Sud della Provincia, la necessità di tanti giovani studenti e lavoratori di avere maggiori possibilità per raggiungere il capoluogo di Provincia e l’infrastruttura aeroportuale, andremo ad una riorganizzazione del sistema della mobilita’ su ferro mediante la destinazione della linea della metropolitana di Salerno fino a sud, passando dall’aeroporto di Pontecagnano fino alla Piana del Sele con fermate a Bellizzi, Battipaglia e Eboli».

«Questa opera – spiegano i primi cittadini di Battipaglia, Bellizzi ed Eboli – diminuirà notevolmente il traffico cittadino e extraurbano, con notevoli ricadute ottimali sull’ambiente e sui tempi di percorrenza, potenziando il bacino di utenza verso l’aeroporto. Da qui la richiesta di estendere il provvedimento fino ai nostri Comuni».

L’appello è rivolto alla Regione Campania e al governatore De Luca per ampliare il servizio che non può non coinvolgere una realtà così importante della provincia di Salerno come la Piana del Sele, pianificando la prossima programmazione comunitaria con le fermate a sud, coinvolgendo Bellizzi, Battipaglia ed Eboli. Questo patto tra sindaci sarà tramutato in atto deliberativo congiunto dei tre comuni richiedendo ufficialmente il servizio di Metropolitana leggera.

«Dall’incontro di questa mattina, è emerso certamente che c’è la volontà da parte dei sindaci e della Regione Campania, con il presidente della commissione regionale di potenziare la mobilita’ della Piana del Sele. Eboli – dichiara il sindaco Massimo Cariello – è stata indicata come il punto di arrivo della metropolitana. La nostra città rappresenta la porta d’ingresso per la Lucania, anche in considerazione del fatto che i lavori sono già partiti e che saranno ultimati nel giro di due anni, da parte delle ferrovie dello stato. Sara’ potenziato tutto il tratto ferroviario da Eboli fino in Basilicata. Inoltre ci saranno ben tre binari. Infine altro risultato molto importante è che la stazione cambierà volto, avremo maggiori servizi e la riqualificazione delle aree esterne».

Per Cecilia Francese, primo cittadino di Battipaglia, nell’incontro di oggi «si è discusso di metropolitana, di freccia rossa e di quanto sia possibile fare in termini di area vasta, crescita del territorio e mobilità. Ringrazio il presidente Cascone che ci ha rassicurato rispetto al da farsi. Questo patto stretto stamattina tra noi sindaci sarà presto tramutato in atto deliberativo congiunto per richiedere ufficialmente il servizio di metropolitana Leggera. La riqualificazione del territorio in termini di mobilità è un servizio reso agli studenti, ai lavoratori e all’intera comunità. Pensiamo ad andare avanti con atti concreti per il futuro dei nostri territori».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019