Tag: meteo

Lunedì, allerta meteo in Cilento e Vallo di Diano

di Luigi Martino

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di allerta meteo per precipitazioni e temporali valido a partire dalle 8 di lunedì mattina e per le successive 24 ore su tutto il territorio regionale. La criticità è gialla su tutte le zone di allerta con rischio idrogeologico localizzato. Si prevedono, in particolare, «precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di moderata intensità». Tra i possibili scenari di impatto al suolo si segnalano, ad esempio, ruscellamenti superficiali, possibili allagamenti di locali interrati e al pian terreno, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, occasionali fenomeni franosi superficiali. Occhi aperti, dunque, in CilentoVallo di Diano.

©Riproduzione riservata



Bisognerà aspettare domenica 19 maggio per andare a mare nel Cilento

di Redazione

Anche venerdì un vortice depressionario, posizionato tra Tunisia e Algeria, continuerà a spingere nuvole e piogge sulle Isole maggiori, dove quindi il tempo rimarrà piuttosto perturbato. Nel resto d’Italia invece il consolidarsi dell’alta pressione garantirà tempo stabile e soleggiato, con temperature in sensibile aumento e in generale al di sopra della norma. Nel fine settimana l’ulteriore espansione dell’alta pressione riporterà il bel tempo anche in Sardegna e Sicilia, mentre le temperature, in crescita, si spingeranno quasi dappertutto su valori tipici di aprile-maggio.

Previsioni meteo per venerdì. Cielo in generale nuvoloso o molto nuvoloso in Sicilia e Sardegna: al mattino piogge sparse, anche a carattere temporalesco, su entrambe le regioni, poi in graduale esaurimento nella seconda parte del giorno. Tempo bello e soleggiato nel resto d’Italia. Temperature massime quasi dappertutto in ulteriore aumento e in generale nella norma o leggermente al di sopra.

Previsioni meteo per sabato. Bel tempo, con cielo sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni. Venti per lo più di debole intensità. Temperature ovunque in aumento: massime al di sopra delle medie stagionali, specie al Centro-Nord, dove saranno in generale comprese tra 16 e 22 gradi, con punte anche di 23-24 gradi.

Bisognerà aspettare domenica 19 maggio per andare a mare nel Cilento quando le temperature dovrebbero attestarsi attorno ai 25 gradi.

©Riproduzione riservata



Maltempo, allerta meteo in Cilento: le previsioni

di Luigi Martino

La protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di criticità meteo per piogge e temporali con criticita’ idrogeologica Gialla sulla fascia costiera e, in particolare, per le zone 1,3,5,6,8. (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 8: Basso Cilento). A partire dalla mezzanotte e per l’intera giornata di domani si prevedono in queste aree Precipitazioni sparse, localmente anche a carattere di moderato rovescio o temporale con possibili raffiche di vento nel corso dei temporali. Tale scenario potrebbe determinare fenomeni di dissesto idrogeologico localizzato come «Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti)». Si raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi, anche in linea con i piani comunali di protezione civile. Si raccomanda altresì di monitorare le strutture esposte alle sollecitazioni del vento.

©Riproduzione riservata



Maltempo, venerdì allerta meteo in Cilento

di Luigi Martino

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di criticità idrogeologica di colore giallo per i fenomeni di dissesto idrogeologico dovute alle precipitazioni attese a partire dalle 8 di venerdì mattina fino alle 23.59 della stessa giornata, con particolare riferimento alla fascia costiera. Sulle zone di allerta Piana campana, Napoli, isole e Area Vesuviana Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento e Basso Cilento, si prevedono «precipitazioni sparse, anche a locale carattere di rovescio o temporale». Si segnala anche la presenza di vento, con possibili raffiche nei temporali.

©Riproduzione riservata



Primi fiocchi sul Cilento ma la neve non si posa. Esperti: «Peggioramenti in arrivo»

di Luigi Martino

Primi leggeri fiocchi di neve sui centri del Basso Cilento. Sulla costa splende il sole mentre dai paesi interni arrivano le prime segnalazioni. Sui social pochi secondi di video e qualche immagine sfocata. Poi le didascalie che chiariscono la situazione attuale: «Si tratta di pioggia neve, piccole quantità che non si posano nemmeno». Le previsioni dell’Aeronautica militare per domani sull’Italia, però, non promettono nulla di buono. Al nord addensamenti compatti su Alpi e prealpi orientali, con nevicate lungo i rilievi confinali; poco nuvoloso o velato sul resto del settentrione. Al centro e Sardegna molte nubi sulle regioni adriatiche con precipitazioni diffuse, a carattere nevoso sull’Appennino, fino a quote molto basse su Marche, Abruzzo e temporaneamente anche su rispettive zone costiere; cielo poco nuvoloso sulle restanti regioni. Al sud e Sicilia nuvolosità compatta sulle regioni adriatiche, Basilicata, Campania, Calabria meridionale e Sicilia tirrenica, con precipitazioni di moderata intensità specie su Puglia centromeridionale e Sicilia tirrenica. In particolare risulteranno a carattere nevoso sull’Appennino, rilievi della Sicilia tirrenica, fino a quote molto basse su Campania, Molise e Puglia e aree costiere di queste ultime due regioni. Sul resto del sud cielo poco nuvoloso. Temperature: minime stazionarie su Toscana, Sardegna, nord-ovest, aree alpine e prealpine ed aree appenniniche settentrionali, in calo altrove; massime in diminuzione al sud, in aumento su Alpi e prealpi, stazionarie altrove. Venti: moderati settentrionali su Alpi a prealpi centrorientali, Marche, Umbria, Lazio e Campania; da moderati a forti da nord su Abruzzo e restanti regioni meridionali; generalmente deboli variabili altrove. Mari: da molto mossi a localmente agitati il restante Adriatico e lo Ionio; da poco mossi a mossi mar Ligure e Adriatico e Tirreno settentrionali; da mossi a molto mossi i restanti mari.

©Riproduzione riservata



Mare mosso e vento forte: allerta meteo in Cilento

di Luigi Martino

La protezione civile della Regione Campania ha emesso un avviso di allerta meteo per vento forte e mare agitato su gran parte del territorio regionale a partire dalle 10 di oggi, domenica, e fino alle 8 di lunedì. Sono previsti, infatti, sulle zone di allerta 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana Sede e Alto Cilento), 8 (Basso Cilento) «venti forti nord-occidentali, con locali rinforzi; mare agitato, soprattutto lungo le coste esposte ai venti». «Si raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi e di monitorare il verde pubblico e le strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del mare» fanno sapere dagli uffici della protezione civile regionale.

©Riproduzione riservata



Arriva il freddo invernale: piogge e temporali al sud

di Luigi Martino

Temporali
Un ciclone atlantico sta per raggiungere le regioni meridionali portando un’altra ondata di maltempo, da mercoledì clima invernale. Il team del sito www.ilmeteo.it comunica che nella giornata di lunedì 26 novembre il tempo andrà peggioramento via via più diffusamente a partire dal pomeriggio. Nubi, piogge e temporali dalla Sardegna si porteranno verso Calabria, Campania e Puglia dove si potrebbero verificare dei nubifragi, trombe d’aria e marine. Attenzione particolare alla Campania, come a Napoli, Salerno, ma anche Avellino e poi Foggia e pure Cosenza. Venti forti di maestrale, libeccio e ponente ingrosseranno il canale di Sicilia e il mar Tirreno. Il tempo comincerà a cambiare nella giornata di martedì con l’ingresso di venti di bora e lo spostamento del ciclone verso il basso Adriatico. Il maltempo continuerà ad imperversare al Sud e anche sulla regioni adriatiche centrale con la neve che scenderà fin sopra i 1000-1300 metri, mentre in Sardegna soffierà un furioso Maestrale e sul Tirreno una forte tramontana. Il sitowww.ilmeteo.it avverte che con l’avvento dei venti di bora e poi tramontana le temperature cominceranno a diminuire sensibilmente, tant’è che il risveglio di mercoledì sarà piuttosto freddo in pianura, giovedì addirittura sotto lo zero. Valori massimi in caduta libera con misure non più alte di 6 C al Nord, fino a 10-12 C al Centro-Sud.

©Riproduzione riservata



Maltempo, Protezione Civile lancia allerta meteo

di Luigi Martino

Fulmini in mare

Allerta Arancione‘ su gran parte della Campania a partire dalle 17 di oggi, lunedì 19 novembre, e per le successive 24 ore. L’ha diramata la Protezione civile della Regione, in considerazione del quadro meteo e delle valutazioni del Centro funzionale sui modelli matematici. L’avviso di avverse condizioni meteo riguarda tutto il territorio regionale, con diversi livelli di rischio idrogeologico, per temporali, vento e mare. In particolare, sulle zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini),5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana Sale e Alto Cilento) si prevedono «precipitazioni diffuse a carattere di rovescio e temporale, puntualmente di forte intensità. Vento localmente forte dai quadranti meridionali con raffiche nei temporali. Mare localmente agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte». Un quadro tale da individuare un rischio idrogeologico diffuso con possibili effetti al suolo come, tra l’altro «possibili cadute massi, frane superficiali e colate rapide di fango, allagamenti, fenomeni di inondazione, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua».

Nel resto della Campania si verificheranno comunque condizioni di maltempo tali da determinare un rischio idrogeologico localizzato e quindi un livello di allerta di colore Giallo. Il vento sara’ localmente forte in tutto il territorio regionale. La Protezione civile raccomanda agli enti competenti di prestare attenzione alle comunicazioni ufficiali della Sala operativa regionale e di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi, anche in linea con i rispettivi piani comunali di protezione civile.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019