• Home
  • primula palinuri

Tag: primula palinuri

Palinuro è ancora papà: 3 piccoli falchi sorvegliano il Capo

di Luigi Martino

Tre piccoli esemplari di falco pellegrino sono stati catturati ieri pomeriggio dagli occhi attenti di Bea e Diego mentre sorvegliavano Capo Palinuro. I primi voli, la pulizia del piumaggio, i richiami e una magia che si ripete. Il falco è un uccello rapace della famiglia dei Falconidi diffuso quasi in tutto il mondo. Nel nome scientifico la parola “peregrinus” (utilizzata per indicare la specie) fa riferimento alla colorazione scura delle penne del capo, che ricordano un cappuccio nero simile a quello che erano soliti indossare i pellegrini. Il falco pellegrino è noto per l’elevata velocità. Si ritiene possa raggiungere in picchiata una velocità massima di 385 km/h; ciò lo rende il più veloce animale vivente. E veloci sono stati anche loro, Bea e Diego, due che quella fetta di Cilento la conoscono a menadito. Il video è di Beatrice Bigu. Il montaggio è di Diego Errico    

©Riproduzione riservata



Cilento, sboccia il simbolo del Parco: ecco la primula in tutto il suo splendore

di Luigi Martino

Si apre e da’ il benvenuto alla primavera. E’ la Primula Palinuri, simbolo del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni che oggi è stata fotografata da Andrea Sorrentino a Scario, lungo le pendici della Costa della Masseta, area marina protetta.

©Riproduzione riservata



Pianta simbolo Campania è Primula Palinuri

di Luigi Martino

Primula Palinuri, eletta per la Campania

Elette le venti piante simbolo delle venti regioni italiane: si va dalla Primula di Palinuro per la Campania che cresce endemica a picco sul mar Tirreno, allo Zafferano etrusco per la Toscana, al Pino locato per la Basilicata che si trova solo nel Parco Nazionale del Pollino, o ancora alla Sassifraga dell’Argentera per il Piemonte, la più votata in assoluto, una bellissima pianta erbacea a fiori rosa, tipica delle Alpi occidentali. L’iniziativa, promossa dalla Società Botanica Italiana, è stata coordinata da Lorenzo Peruzzi, professore di Botanica sistematica presso il dipartimento di Biologia dell’università di Pisa e direttore dell’Orto e Museo Botanico. A votare sono stati oltre 500 appassionati ed esperti botanici da tutta Italia che hanno eletto le piante vincitrici a partire da una rosa di candidature, con un meccanismo per certi versi simile a quello delle primarie.

«L’idea è di sensibilizzare cittadini e istituzioni sul tema della biodiversità vegetale – spiega Lorenzo Peruzzi – e così sono ste elette venti piante, che per valenza storico-scientifica, peculiarità biogeografiche e bellezza, possano essere assurte a “simbolo” di ognuna delle venti regioni italiane». I risultati della votazione saranno presentati ufficialmente durante la giornata di studio La flora in Italia: stato delle conoscenze, nuove frontiere, divulgazione, organizzata dalla fondazione per la Flora Italiana e dalla Società Botanica Italiana il prossimo 7 dicembre al dipartimento di Biologia Ambientale dell’università di Roma La Sapienza.

Per la Campania è stata votata ed eletta la Primula Palinuri Petagna (Primula di Palinuro), eletta con il 36% dei voti. Si tratta di una bellissima primula costiera a fiori gialli, che cresce su rupi a picco sul mar Tirreno; endemica delle coste tra Campania meridionale e Calabria settentrionale e già parte del logo del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Descritta per Capo Palinuro da Vincenzo Petagna, botanico napoletano che ha operato nell’ottocento.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019