Tag: rai due

Agropoli, da villa confiscata a comunità: se ne parla a “I fatti vostri” su Rai 2

di Marianna Vallone

Domani, martedì 7 gennaio, alle ore 11.00, a “I fatti vostri”, su Rai 2, in diretta, sarà raccontata l’esperienza della comunità “Dolce Risveglio” di Agropoli. In collegamento da Agropoli ci sarà il giornalista Massimo Proietto. Collocato all’interno di una villa confiscata alla criminalità organizzata, il presidio è stato attivato circa tre anni fa grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale, il Piano di zona S/8, il dipartimento di salute mentale dell’Asl Salerno e la Fondazione CasAmica. Quest’ultima ha aderito a un bando pubblico del comune cilentano. Ospita dieci adulti sofferenti psichici, in modo residenziale h24, assistiti da una serie di figure professionali presenti all’interno della struttura. I pazienti inoltre sono seguiti dai rispettivi dipartimenti territoriali di Agropoli e limitrofi, tra i quali Vallo della Lucania, Capaccio Paestum, Roccadaspide, Eboli. All’interno della storica trasmissione condotta da Giancarlo Magalli ci saranno tre momenti: si parlerà in primis, della struttura, di quello che era e cosa è diventato; quindi della storia di una paziente 42enne ospitata all’interno della struttura fin dal momento della sua apertura, una vicenda molto toccante dal punto di vista umano. Infine dei benefici che comporta la presenza del presidio sul territorio. «La comunità “Dolce Risveglio” – afferma il sindaco Adamo Coppola – rappresenta un esempio virtuoso per la nostra città: una struttura confiscata alla criminalità e diventata un presidio al servizio della comunità, utilizzato per attività sociali e di assistenza alle fasce più deboli della popolazione. La dimostrazione di come da qualcosa di negativo possa nascere qualcosa di esemplare, per aiutare chi ne ha bisogno». La superficie netta della struttura, che il Comune ha fornito in comodato gratuito, oltre a garage e terrazzi, è di 380 metri quadrati circa. 

©Riproduzione riservata



L’Orchestra Scarlatti Junior alla Camera dei Deputati, concerto diretto dal maestro Russo

di Marianna Vallone

Anche quest’anno l’Orchestra Scarlatti Junior di Napoli è stata protagonista del tradizionale Concerto di Natale della Camera dei Deputati. A dirigerla è il maestro Gaetano Russo, cilentano di nascita, è originario di Lentiscosa, frazione del comune di Camerota e napoletano d’adozione. E’ nella Città di Partenope che dirige un’orchestra giovane, con circa 90 musicisti con cui ha portato in scena un programma sinfonico che ha spaziato da Bizet a Sibelius, da Morricone a Beethoven. Il concerto si è tenuto lunedì 9 dicembre nell’Aula di Montecitorio ed è andato in diretta su Rai5 e sul canale tematico della Camera. E’ stata trasmessa domenica 22 dicembre su Rai Due. L’Orchestra, cuore giovane della Comunità delle Orchestre Scarlatti che da alcuni anni cresce a Napoli, si è esibita con la partecipazione del Coro del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma in un ricco e vario programma sinfonico in cui «ogni brano scelto ha un suo specifico valore musicale o significato sociale», come ha affermato Russo, direttore artistico della Nuova Scarlatti e coordinatore didattico-musicale della Junior.
Gaetano Russo è stato Primo Clarinetto dell’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli nel 1979 e, dall’ottobre del 1980 al 1992, Primo Clarinetto solista dell’Orchestra Scarlatti della Rai di Napoli. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra Sinfonica della Rai di Roma, l’Orchestra Toscanini di Parma e l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. In qualità di solista ha tenuto concerti in tutta Italia e in Europa (Parigi, Berlino, Stoccolma, Barcellona, Nottingham, Lisbona, Budapest, Salisburgo, Ginevra, Pechino ecc.). Ha collaborato con direttori quali Franco Caracciolo, Robert Maxim, Denis Vaughan, Bernard Thomas, Otmar Maga. Ha registrato per la Rai gran parte del repertorio concertistico rivolto al clarinetto. Ha sempre dedicato molto spazio alla promozione e alla diffusione del repertorio contemporaneo. Numerose le esecuzioni solistiche in presenza degli autori: Goffredo Petrassi, Luciano Berio, Pierre Boulez, Franco Donatoni, Krzysztof Penderecki, ed altri. E’ possibile rivederla a questo link
 

©Riproduzione riservata



Era scomparso da mesi, 30enne trovato alla stazione

di Luigi Martino

Vincenzo Mingione
È stato rintracciato questa mattina mentre vagava all’interno della stazione Santa Maria Novella di Firenze il trentenne residente a Sala Consilina di cui non si avevano più notizie dal luglio scorso. Vincenzo Mingione (nella foto) è stato notato l’altra mattina da alcuni agenti della Polfer mentre vagava con aria persa. Fermato e accompagnato in ufficio, è subito emersa una segnalazione di persona scomparsa inerente il ragazzo inserita dai carabinieri di Sala Consilina, in provincia di Salerno. La scomparsa era stata anche riportata dalla trasmissione televisiva Chi l’ha Visto. La madre aveva riferito che il figlio era uscito di casa da metà luglio senza più farvi ritorno. Cosa abbia fatto e dove si sia recato in questi mesi lo ha raccontato agli agenti della Polfer che, al fine di assicurare il ricongiungimento tra madre e figlio, lo hanno accompagnato a Salerno a bordo treno. Ai poliziotti ha quindi spiegato di aver viaggiato in treno, alla ricerca di lavoro tra Svizzera, Germania, Francia, Spagna e Olanda.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019