Tag: tanagro

Esondazioni e criticità fiume Tanagro, interrogazione di Pellegrino in Regione

di Redazione

Un’interrogazione sulle criticità del fiume Tanagro. E’ stata presentata nei giorni scorsi dal consigliere regionale Tommaso Pellegrino al presidente del consiglio regionale della Campania, Gennaro Oliviero. «Tante e troppe sono le esondazioni dei corsi d’acqua dovuti ad una mancata o inadeguata manutenzione degli stessi. – fa sapere Pellegrino – Semplificare e trovare le giuste e opportune soluzioni sui temi legati alla manutenzione dei territori, rappresenta una priorità».

Il Tanagro attraversa longitudinalmente la piana del Vallo di Diano e il suo corso è interessato da livelli critici di rischio idraulico attestati nel piano stralcio di assetto idrogeologico dell’Autorità di Bacino nel quale si denunciano anche “anni di incuria e di abbandono, diffusi franamenti
spandali, collassi arginali nel tratto artificializzato più a valle, mancanza delle indispensabili opere di prevenzione e di protezione.

Pertanto, spiega Pellegrino nell’interrogazione: «Le peculiari condizioni di rischio idraulico interessanti vari tratti canalizzati del Tanagro sono tali da rendere molto probabile il ripetersi di alluvioni disastrose, come quella che nel 2010 provocò ben 7 rotte arginali, e da richiedere un intervento organico di consolidamento degli argini e di ripristino della loro continuità».

Il consigliere chiede «quali azioni saranno intraprese per assicurare il rapido completamento dell’intervento di manutenzione straordinaria, anche mediante la pulizia del fondo e la rimozione della sabbia di accumulo, necessario per la messa in sicurezza del fiume Tanagro tra il ponte Calore e Poll» e «la tempistica per la conclusione degli interventi». Qui il testo completo dell’interrogazione

©Riproduzione riservata



Mercoledì i funerali di Mariapia, morta a 23 anni in un incidente stradale

di Marianna Vallone

Si terranno domani, mercoledì, nella chiesa di San Nicola di Mira di Auletta, alle ore 11.30, i funerali di Mariapia Di Stasio, la giovane di 23 anni morta ieri pomeriggio dopo 5 giorni di agonia. La ragazza la sera del 4 dicembre scorso era rimasta coinvolta in un grave incidente lungo la strada statale 19 ad Auletta, comune del Tanagro. Le sue condizioni sono apparse subito gravi, e dopo 5 giorni, dichiarata la morte cerebrale della ragazza, i genitori hanno autorizzato i medici del Ruggi, dove era ricoverata nella Terapia Intensiva, alll’espianto degli organi.

©Riproduzione riservata



Partita ufficialmente la stagione del carciofo bianco

di Luigi Martino

Sono stati Donatina Addesso, Vincenza D’Elia, Giuseppe Lupo, Nicola Perretta, Vincenzo Perretta, Virna Pessolano, Marianna De Paola, Marco Natiello, Domenico Cupo, Nicolangelo Caggiano e l’azienda agricola ‘Scherzi di Grano’ ad aver dato vita alla rete dei produttori del carciofo bianco del Tanagro. Il modo più concreto per investire sul proprio territorio e non dover essere costretti ad abbandonare il patrimonio agricolo di una comunità che, da sempre, ha “guardato” alla terra per immaginare il suo futuro. Dal lavoro di valorizzazione del carciofo bianco portato avanti dal festival “Bianco Tanagro” da quest’anno gli agricoltori locali sono uniti in un progetto che – di fatto – abbatte gli intermediari e si mette direttamente in contatto con consumatori, ristoratori e chef. Per farlo utilizza un sito web, anche e-commerce, all’indirizzo carciofobiancodeltanagro.shop ed un gruppo WhatsApp al numero 375.5672597. Un carciofo fuori dal comune: di colore verde chiaro, senza spine, molto tenero e a tendenza dolce. Un dono che arriva chissà da dove e che ha trovato in 4 piccoli comuni della Valle del Tanagro il suo clima ideale. «Quest’anno le condizioni climatiche hanno fatto tardare il primo raccolto – spiega il portavoce della rete dei produttori Giuseppe Lupo – ma ora siamo partiti e possiamo per la prima volta provare la rete che abbiamo messo sù per raggiungere le tavole di chi apprezza questo prodotto. Vicini e lontani, effettuiamo spedizioni in tutta Italia, ed offriamo anche prodotti trasformati a partire sempre dal nostro carciofo bianco e dai prodotti tipici che caratterizzano le nostre campagne».

©Riproduzione riservata



Carciofo Bianco, nasce la rete dei produttori

di Marianna Vallone

Favorire la produzione e promuoverne il consumo, sostenere lo sviluppo agricolo dell’area ed entrare direttamente in contatto con i consumatori finali. Sono questi, in breve, gli obiettivi della Rete dei Produttori del Carciofo Bianco del Tanagro, nata il 7 maggio 2018, che ha già ottenuto il Marchio di qualità del Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni.

Undici i soci, ognuno titolare di un’azienda agricola nel comune di Auletta per un totale di 50 ettari. Un gruppo di amici che – negli anni – sono cresciuti attorno al carciofo bianco in quanto simbolo di riscatto per un territorio fortemente vocato all’agricoltura, ma in cui questa coltivazione si è salvata grazie a qualche piccolo orto familiare.

Un carciofo fuori dal comune: di colore verde chiaro, senza spine, molto tenero e a tendenza dolce. Un dono che arriva chissà da dove e che ha trovato in 4 piccoli comuni della Valle del Tanagro il suo clima ideale. La realizzazione di una Rete di Produttori e di un marchio comune rappresenta il risultato finale di un percorso di valorizzazione e sostegno del carciofo bianco iniziato ben 10 anni fa.

L’impegno per la stagione alle porte, che partirà da metà aprile e raggiungerà metà maggio, sarà uscire per la prima volta con prodotto fresco e trasformato sotto un unico marchio. Spesso la difficoltà dei prodotti di nicchia sta nell’impossibilità di mettere in connessione produttori e consumatori, rendendo – di fatto – introvabile gli stessi.

Ecco che da ora in poi la Rete dei Produttori del Carciofo Bianco del Tanagro sarà facilmente rintracciabile sia attraverso un numero attivo che lancerà offerte e prenderà ordini tramite WhatsApp  al numero 375.5672597 che attraverso un sito web. Quest’ultimo – all’indirizzo www.carciofobiancodeltanagro.shop – fungerà sia da shop on-line che da canale informativo ufficiale. I soci, impegnati in un’agricoltura etica ed attenta all’ecosistema, si impegneranno in prima persona a dare notizie sul proprio prodotto e ad accogliere in campo chi lo desiderasse.

Ecco chi sono: Donatina Addesso, Vincenza D’Elia, Giuseppe Lupo, Nicola Perretta, Vincenzo Perretta, Luigi Scaffa, Marianna De Paola, Marco Natiello, Domenico Cupo, Nicolangelo Caggiano, Azienda Agricola Scherzi di Grano.

©Riproduzione riservata



Maltempo, i sindaci chiudono le scuole nel Salernitano

di Luigi Martino

L’annuncio scritto con il gesso sulla lavagna di una classe
Scuole chiuse questa mattina in alcuni comuni dei comprensori del Tanagro e del Vallo di Diano, a sud di Salerno. A seguito del perdurare dell’allerta meteo, diversi sindaci hanno emanato apposite ordinanze di chiusura per le scuole di ogni ordine e grado. In particolare le attività didattiche sono sospese per la giornata di oggi nei comuni di Caggiano, Montesano sulla Marcellana e Teggiano. A Padula, invece, le scuole rimarranno chiuse oggi e domani.  

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019