Tag: teatro

A Casaletto Spartano il via a ‘Ospitalità, musica e teatro’: la summer guitar school’

di Marianna Vallone

Credit foto Web Cilento
Musica e laboratori teatrali nel borgo che dell’ospitalità ha fatto da sempre il suo punto di forza. Si terrà a Casaletto Spartano, infatti, dal 13 al 21 luglio la rassegna di musica e teatro all’insegna dell’ospitalità denominata “Ospitalità… tra musica e teatro” IV edizione della Summer guitar school, “Una proposta neuroscientifica: processi cognitivi in musica”, organizzata dalla Compagnia Teatrale Casalettana in collaborazione con la Guitar Education e research. La presentazione dell’iniziativa si terrà il 4 maggio alle ore 20.09 presso piazza S. Giovanni a Casaletto Spartano. Durante l’incontro verranno illustrati i contenuti del programma estivo e l’avvio dei laboratori teatrali e musicali per i ragazzi a cura della CTC – Compagnia Teatrale Casalettana da tenersi nei mesi di maggio,giugno e luglio. Un’iniziativa plastic free che vede tra l’altro il patrocinio del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il Comune di Casaletto Spartano, la Parrocchia di San Nicola di Bari, la Parrocchia di Santa Maria della Stella. Il programma prevede laboratori musicali e teatrali, visite alle cascate dei Capelli di Venere, dibattiti sui valori dell’ospitalità, serate di convivialità.

©Riproduzione riservata



Carlo Buccirosso in scena al teatro di Agropoli

di Marianna Vallone

E’ in programma per venerdì 8 febbraio, alle ore 20.45, presso il Cineteatro “De Filippo” di Agropoli lo spettacolo “Colpo di scena”. Scritto e diretto da Carlo Buccirosso, si tratta del quinto spettacolo della quarta stagione teatrale ad andare in scena. Questa la trama: in un classico commissariato di provincia, il vice questore Eduardo Piscitelli, conduce da sempre il proprio lavoro nel rispetto del più integerrimo rigore, con la consapevolezza di svolgere le mansioni di garante dell’ordine pubblico e difesa della sicurezza del cittadino con la tenacia e la fede di un missionario, inviato dal cielo esclusivamente per ripulire la terra dalle nefandezze degli uomini scellerati che minacciano la gente cristiana che vorrebbe condurre in pace una vita serena. Nell’ufficio del paladino Eduardo, si barcamenano una serie di fidi scudieri nel tentativo di debellare “le barbarie di tutti i santi giorni” dall’inossidabile tartassato ispettore Murolo, ai giovani agenti rampanti Varriale, Di Lauro e Farina, all’esperta rassicurante sovrintendente Signorelli, una sorta di cavalieri della tavola rotonda, attorno alla quale si aggirano le insidie quotidiane della delinquenza spicciola, lontana sì dagli echi mortali del terrorismo mondiale, ma angosciosamente vicina al respiro del singolo cittadino, a difesa del quale il vice questore si vedrà costretto all’inevitabile sacrificio di un capro espiatorio a lui tristemente noto, tale Michele Donnarumma, vittima predestinata, agnello feroce dall’aspetto inquietante, che sconvolgerà la salda religione di Piscitelli, come il più spietato e barbaro dei saraceni! Intanto, è stata resa nota la data per il recupero dello spettacolo “Un ragazzo di campagna” di Peppino De Filippo, in programma il 25 gennaio scorso. La nuova data è venerdì 29 marzo. Nel contempo “La menzogna”, con Serena Autieri e Paolo Calabresi, slitta a venerdì 5 aprile.

©Riproduzione riservata



Cinque buoni motivi per andare a teatro

di Marianna Vallone

Fabrizio Mantova, Graficamente Srl
Sarebbe stato più corretto osare, nel titolo: cento buoni motivi per andare a teatro a Sapri e a Policastro. Invece restiamo generici e speriamo che il clickbaiting, solitamente il male di internet, stavolta possa fare centro e portare in qualsiasi teatro anche chi non ci è mai entrato. Il motivo è semplice. Lo scorso anno lo ha fatto anche il direttore del Napoli Teatro Festival che lavorando sui prezzi bassi dei biglietti degli spettacoli, è riuscito a chiudere la manifestazione con 80 mila presenze. Ma nel teatro di piazza Regina Elena a Sapri, che vanta una storia importante, o nell’ultimo realizzato a Policastro, non servono presenze ma persone, che possano sedersi e godersi uno spettacolo.  E allora: perché andare a teatro? Certo un articolo ed un punto di vista non basta. Ma inizia qui qui il nostro tentativo di formulare lentamente e a passi graduali questa risposta che richiederà lo spazio di più articoli e magari una rubrica, per l’appunto, sul teatro.  Commedia, musical, tragedia, opera lirica: quale sia la forma poco conta. Iniziamo dal basso, dall’appello di un’azienda, la Graficamente, che da qualche anno gestisce i due cineteatri del Golfo di Policastro, non senza fatica. E per questa nuova stagione, dopo il “fallimento” della precedente, dice in sintesi: ora non avete scuse. Così la stagione teatrale 2019, composta da 6 spettacoli per un costa 40 euro totali o 10 per ogni spettacolo (6,66 euro per ogni serata al teatro, se si acquista l’abbonamento), fa riscontrare ad oggi un numero di 16 abbonamenti e 15 biglietti venduti per il primo spettacolo. «Gli scorsi anni abbiamo avuto lamentele sul prezzo troppo alto, per questo abbiamo deciso di studiare una rassegna con alcune produzioni romane, nomi prestigiosi, con prezzi incredibilmente contenuti», spiega la società, che quest’anno ha puntato su Simone Schettino, Franco Guzzo, Flavio Bucci, Rosalia Porcaro e i comici di Made in Sud

E mentre l’azienda assicura di garantire comunque gli spettacoli della stagione  «continuando imperterriti a credere che la popolazione di questo territorio abbia voglia di cultura, di spettacoli, di cinema e teatro, nonostante i numeri tanto bassi registrati indichino l’esatto contrario», noi torniamo al titolo e vi diciamo quali sono i 5 buoni motivi, secondo noi, per andare a teatro.

  1. Il teatro è vivo. E’ fatto di storie e persone, senza effetti speciali, ma parole ed emozioni dal vivo. 
  2. Il teatro ti permette di ascoltarti e conoscerti meglio. 
  3. A teatro non sei mai solo. Puoi andarci tutte le volte che vuoi, anche non in compagnia. La poltrona rossa è magica perché avrai voglia di condividere con il tuo vicino le emozioni che hai provato.
  4. Il teatro è terapia. Dopo un’intensa giornata di lavoro stacchi da tutto e ti rilassi. Non ti chiede nulla, se non di goderti lo spettacolo.
  5. Puoi trovare spettacoli di alto livello, anche al di fuori dei grandi teatri, spendendo poco più di un biglietto del cinema. Avrai la sensazione di aver conosciuto personalmente gli attori che ti hanno emozionato sul palco. E perché no, magari conoscerli davvero.

©Riproduzione riservata



Ecco la nuova stagione teatrale per i cineteatri di Sapri e Policastro

di Marianna Vallone

Biglietti economici e spettacoli per tutti i gusti. I due cineteatri del golfo di Policastro hanno presentato il cartellone della nuova stagione teatrale. Per il 2019, la società Graficamente srl, che gestisce il Ferrari a Sapri e il Tempio del popolo a Policastro, ha voluto dar vita ad una iniziativa che rinnovi e alimenti la tradizione culturale e artistica del territorio, ma soprattutto combatta la crisi e venga incontro alle esigenze di tutti.

L’iniziativa, con il motto ‘un teatro alla portata di tutti’, prevede prezzi accessibili a partire da un minimo di 10,00 euro per lo spettacolo singolo ad un massimo 40,00 per l’intero abbonamento.

Nella soluzione di abbonamento ai 6 spettacoli, a 40,00 (pagabili anche comodamente in due tranche 20,00 al primo e 20,00 al secondo spettacolo) il costo per il singolo spettacolo teatrale scende a 6,66 euro, di gran lunga inferiore al costo di un film in città.

La rassegna del 2019 si aprirà con 6 spettacoli teatrali divertentissimi: da Simone Schettino a Rosalia Porcaro, da Franco Guzzo, a Gaetano de Martino e Salvatore Misticone di Made in Sud, e direttamente dalla coproduzione romana con d2eventi, il divertentissimo Showkezze di Lallo Circosta e la grande arte di un ritrovato Flavio Bucci.

Costi ed abbonamenti: Biglietto Unico: € 10,00 Abbonamento Cineteatro Ferrari: 4 spettacoli € 30,00 Abbonamento Cineteatro Tempio del Popolo: 2 spettacoli € 15,00 Abbonamento Ferrari+ Tempio: 6 spettacoli € 40,00 (costo per spettacolo € 6,66)

©Riproduzione riservata



‘La guerra delle mogli’ in scena a Casaletto Spartano

di Marianna Vallone

Uno spettacolo che si preannuncia indimenticabile. Il motivo è semplice: a portarlo in scena è la Compagnia teatrale Casalettana. Venerdì 28 dicembre alle ore 21:09, nella sala polifunzionale in via Italo Petrosino a Casaletto Spartano, si terrà ‘La guerra delle mogli’, una commedia in tre atti di Aurelio Ungaro. Sul palco, a regalare emozioni al pubblico, ci saranno Franco Montesano, Rita Amato, Claudio Montesano, Guido Curcio, Pasqualina Lovisi, Ermelinda Curcio, Mariateresa Montesano, Francesco Amato, Maria Iudice, Andrea Montesano, Isidoro Montesano, Anna Maria Del Prete, Carmine Polito, Giuseppe Iudici, Francesca Falce e Giovanna Falce. La regia è affidata a Federica Montesano. Per la compagnia è un’edizione speciale, perché quest’anno festeggia i 25 anni di attività. Un consueto appuntamento che si rinnova dal 1993 con commedie ironiche e travolgenti, tra volti storici e new entry ha regalato ai tantissimi spettatori momenti di assoluto divertimento e riflessione. La trama Cena a casa De Bury con gli amici di sempre, la presenza della avvenente e giovane cameriera crea non poco scompiglio. Le vite matrimoniali dei tre amici Carlo, Gianni e Luigi vengono messe a dura prova dalla gelosia delle mogli che decidono di dichiarare guerra. Una serie di incidenti e l’arrivo di vari personaggi, soprattutto femminili, vanno a complicare sempre più la situazione. Le bagarres, le incomprensioni, gli scambi e i fraintendimenti la faranno da padrone e le risate saranno assicurate. Botteghino in piazza Municipio a Casaletto Spartano (aperto tutti i giorni dal 22 al 28 dicembre dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 19).

©Riproduzione riservata



“Non ci resta che ridere” in teatro a Vallo con Uccio de Santis

di Marianna Vallone

Per la prima volta in un teatro nel Cilento, il prossimo 23 dicembre Uccio De Santis, tra i più popolari attori e cabarettisti pugliesi, si esibirà al teatro Leo de Berardinis di Vallo della Lucania. Chi di noi non ha ricevuto, e riceve quasi quotidianamente, almeno una sua barzelletta in chat. Sono centinaia, infatti, i suoi video che impazzano regalando momenti di sane risate. Il prossimo 23 dicembre sarà possibile, per i più fortunati che riusciranno ad accaparrarsi il biglietto, assistere dal vivo al suo spettacolo organizzato al teatro Leo de Berardinis di Vallo della Lucania da Palinuro Teatro Festival. «Soddisfatto» Silvano Cerulli che ammette come «non sia stato facile ottenere la disponibilità di Uccio de Santis, sempre più richiesto e con un agenda fittissima. – dichiara – E’ la prima volta di Uccio in teatro nel Cilento, l’attesa è alta e siamo sicuri che sarà un grande successo».
Prevendite online su www.postoriservato.it e presso il Bar Mimì di Vallo della Lucania e Cilento Viaggi di Palinuro

©Riproduzione riservata



“Sarà ancora Natale” al teatro Ferrari in scena 50 tra attori, ballerini e cantanti

di Marianna Vallone

L’Ates, associazione Terza Età Spigolatrice, in collaborazione con il Comune di Sapri, con la diocesi di Teggiano Policastro e con l’Istituto comprensivo Santa Croce presenta lo spettacolo musicale “Sarà ancora Natale”, il musical scritto e diretto da Domenico Falabella. Verrà messo in scena il 22 dicembre alle ore 21.00 presso il cineteatro Ferrari di Sapri.

Lo spettacolo musicale, realizzato grazie al supporto dell’amministrazione comunale di Sapri ed in particolare dell’Assessorato al Turismo, vedrà la presenza in scena di oltre 50 persone tra attori ballerini e cantanti con la presenza straordinaria del noto attore cabarettista Franco Guzzo.

Lo spettacolo metterà in risalto il tema degli “ultimi” e di tutti coloro che sono ai margini della società e mai alla ricerca di un “posto in prima fila”. Un musical scoppiettante condito da allegri e spumeggianti balli e musiche natalizie che mira a far riflettere tutti sul vero senso del Natale e sui bisogni dei più deboli. 

Nel corso della serata, nell’area antistante il Cine Teatro Ferrari, gli alunni, i genitori e gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo Santa Croce di Sapri allestiranno dei mercatini di beneficienza al fine di raccogliere fondi da destinare alle esigenze caritatevoli della diocesi di Teggiano Policastro. Il ricavato verrà consegnato la sera del 22 dicembre direttamente al Vescovo della Diocesi Antonio De Luca. L’ingresso sarà gratuito.

©Riproduzione riservata



Teatro, Ettore Bassi racconta la storia di Angelo Vassallo

di Luigi Martino

Sassano rivive la storia di Angelo Vassallo. Il sindaco-pescatore di Pollica, ucciso da mani ignote il 5 settembre 2010, è stato interpretato al cine teatro Totò di Sassano dall’attore Ettore Bassi. «Ci ha trasmesso forti ed intense emozioni» ha scritto su Facebook Tommaso Pellegrino, presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni nonchè sindaco di Sassano. Sfoglia la gallery:

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019