Tag: teggiano

“Rieduchiamoci”, aperte le iscrizioni al camp per 80 bambini del Vallo di Diano

di Marianna Vallone

Al via le iscrizioni al Campo estivo “Rieduchiamoci” promosso dalla Cooperativa sociale il Sentiero di Teggiano e sostenuto nell’ambito dell’avviso pubblico “EduCare” dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia- presidenza del Consiglio dei Ministri. Il campo estivo rivolto a 80 bambini residenti nei Comuni dell’Ambito Territoriale S10 (Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Casalbuono, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Padula, Pertosa, Petina, Polla, Sala Consilina, Salvitelle, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sant’Arsenio, Sanza, Sassano e Teggiano) prenderà il via il 1 luglio e terminerà il 2 settembre 2021. I bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni potranno svolgere il campo estivo per un periodo massimo di 15 giorni.

“Rieduchiamoci” che vede quale partner istituzionale il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni, avrà come tema portante la tutela dell’Ambiente. Le attività si svolgeranno presso il Centro Polifunzionale a Silla di Sassano, dalle ore 9 alle ore 18. Partecipazione gratuita. Le domande possono essere presentate entro le ore 14 del 28 giugno 2021. Avviso e modalità di partecipazione sul sito www.cooperativailsentiero.it

©Riproduzione riservata



Teggiano, edizione invernale per “Alla tavola della Principessa Costanza”

di Redazione

La Principessa Costanza, il Principe Antonello Sanseverino e la loro Corte si apprestano a rendere omaggio alla Natività, in una Teggiano così incantevole e suggestiva da lasciare senza fiato. Eventi e spettacoli no-stop sono pronti ad accompagnare i visitatori verso il nuovo anno nella città d’arte del Vallo di Diano, che spalanca le porte dei suoi gioielli e rinnova il suo primato nell’accoglienza anche nel periodo delle festività natalizie. È questo il senso di Alla Tavola della Principessa Costanza “Winter Edition”, prolungamento invernale della kermesse regina dell’estate salernitana e campana, che ormai da 26 anni ripropone ad agosto i grandiosi festeggiamenti organizzati nel 1480 in onore delle nozze tra Costanza e Antonello. Anche la “Winter Edition” de Alla Tavola della Principessa Costanza trae spunto dalla consuetudine del Principe Sanseverino di donare al popolo festante la rappresentazione della Santa Natività del Signore Gesù. In occasione del Natale, dunque, Antonello Sanseverino e la sua sposa Costanza da Montefeltro scendono tra i sudditi, vivendo uno spaccato di vita della corte medievale in tema presepiale intorno alla Sacra Famiglia. A distanza di più di mezzo secolo, l’omaggio della famiglia Sanseverino alla Natività torna dunque ad essere riproposto a Teggiano, in un contesto magico e affascinante nel quale il centro storico cittadino e il tradizionale itinerario artistico, storico e culturale sono ulteriormente sublimati da mirabili luminarie. Una atmosfera tutta da vivere, che coinvolge anche tutte le frazioni del Comune di Teggiano (Prato Perillo, San Marco, Piedimonte, Pantano), a loro volta parte integrante di un affascinante itinerario caratterizzato da stupende illuminazioni in tema natalizio. Si riattiva dunque anche a dicembre la Macchina del Tempo nella Città d’Arte del Vallo di Diano: nella roccaforte medievale, illuminata a festa, si allestiranno mercatini e torneranno in voga antichi mestieri medievali. Concerti ed animazioni completano una offerta turistica inedita e allettante, che si aggiunge al vastissimo patrimonio artistico di Teggiano, rappresentato tra l’altro dalle 13 chiese risalenti al periodo medievale e rinascimentale, dal Castello Sanseverino e da 5 impianti museali. Il Progetto Alla Tavola della Principessa Costanza è frutto della sinergia tra il Comune di Teggiano e la Pro Loco Teggiano, ed è stato finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nell’ambito del Fondo Nazionale per la Rievocazione storica 2019. Parallelamente, grazie al progetto “Percorsi dell’Anima”, voluto dall’Assessorato Regionale al Turismo della Regione Campania guidato da Corrado Matera, in Piazza San Cono sono state collocate le splendide statue alte circa due metri del Presepe della Misericordia dell’Abbazia di Montevergine, che precedentemente erano state esposte soltanto in Vaticano, in Piazza San Pietro, e ad Assisi, nella Piazza Inferiore. Il Progetto del Presepe è ispirato alle 7 opere della Misericordia, che rivivono nei gesti e nelle espressioni delle 19 statue di circa due metri di altezza che sono state posizionate, in quadri diversi, lungo tutta la Piazza di Teggiano. Il quadro della Natività ha trovato naturale accoglienza nel Seggio, che sorge all’incrocio del Cardo e del Decumano, e che sarà la destinazione finale del Corteo de “Alla Tavola della Principessa Costanza” Winter Edition. La collaborazione con l’Assessore Matera e con la Regione Campania ha consentito anche l’allestimento delle splendide luminarie, che contribuiscono a rendere la visita a Teggiano unica ed emozionante. Alla Tavola della Principessa Costanza “Winter Edition” è dunque un evento eccezionale, frutto dello spirito di collaborazione messo in campo dal Comune di Teggiano, dalla Pro Loco Teggiano e dalla Regione Campania, e finalizzato alla destagionalizzazione dell’offerta turistica. Tutto è pronto per attrarre visitatori e turisti a Teggiano e nel Vallo di Diano anche nelle imminenti festività natalizie. L’appuntamento con il Corteo Storico, che muoverà dal Castello Macchiaroli, è per il 26 dicembre, in coincidenza con la festività di Santo Stefano, a partire dalle ore 18:00. Si replica il 28 e il 29 dicembre. «Teggiano –sottolinea il sindaco Michele Di Candia– ha un patrimonio artistico, culturale e storico che mette a disposizione di tutto il territorio, grazie alla sinergia con la Pro Loco e alla grande disponibilità della Regione Campania. A questo proposito un ringraziamento va all’Assessore Regionale al Turismo Corrado Matera, che sta dimostrando grande visione, e capacità politiche e amministrative che vanno a vantaggio di tutto il territorio salernitano. A dimostrazione che quando si esprime compattezza intorno a un tavolo, anche dal punto di vista politico si ottengono ottimi risultati. Alla Tavola della Principessa Costanza Winter Edition vuole certo valorizzare il nostro centro storico e le nostre bellezze, ma i visitatori che arrivano nel Vallo di Diano hanno la possibilità di visitare altri attrattori valdianesi e alimentano l’economia di tutto il comprensorio. Vogliamo crescere tutti insieme e, soprattutto, lavoriamo per dare possibilità ai giovani di restare». «In sinergia con il Comune di Teggiano -evidenzia Biagio Matera, presidente della Pro Loco Teggiano- abbiamo immaginato una serie di iniziative invernali legate ovviamente alla famiglia Sanseverino, che nel periodo natalizio omaggiava insieme ai sudditi e ai cortigiani la Natività. Alla Tavola della Principessa Costanza Winter Edition si sposa inoltre perfettamente con l’iniziativa della Regione Campania, che ha voluto esporre in Piazza San Cono il Presepe della Misericordia. Siamo convinti che, attraverso iniziative sinergiche come questa, Teggiano abbia tutte le carte in regola per poter ospitare in ogni periodo dell’anno un numero sempre maggiore di persone, che vengano ad ammirare le nostre bellezze. Un ringraziamento particolare – conclude il presidente della Pro Loco Teggiano- va fatto alla Diocesi di Teggiano-Policastro e alla Parrocchia, determinanti nella riuscita delle nostre manifestazioni».   PROGRAMMA 26 DICEMBRE, ORE 18:00: CORTEO STORICO DAL CASTELLO MACCHIAROLI ALL’ANTICO SEGGIO E OMAGGIO ALLA NATIVITA’, CON LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO STORICO “I CAVALIERI DELLA CITTA’ REGIA”, CHE SI ESIBIRANNO IN UNO SPETTACOLO EQUESTRE 27 DICEMBRE, ORE 18:00 (PIAZZA SAN CONO): OMAGGIO ALLA NATIVITA’, CON LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO MUSICALE “O’ REVOTA CUSTIER’” DI RAVELLO 28 DICEMBRE: ORE 18.00: CORTEO STORICO DAL CASTELLO MACCHIAROLI ALL’ANTICO SEGGIO E OMAGGIO ALLA NATIVITA’, CON LA PARTECIPAZIONE DEI TROMBONIERI DEL GRUPPO STORICO “I CAVALIERI DELLA BOLLA PONTIFICIA”, CHE SI ESIBIRANNO IN UNO SPETTACOLO PIROTECNICO ORE 16/22, CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO: MERCATINI DI NATALE 29 DICEMBRE: ORE 18.00: CORTEO STORICO DAL CASTELLO MACCHIAROLI ALL’ANTICO SEGGIO E OMAGGIO ALLA NATIVITA’, CON LA PARTECIPAZIONE DEI TROMBONIERI DEL GRUPPO STORICO “I CAVALIERI DELLA BOLLA PONTIFICIA”, CHE SI ESIBIRANNO IN UNO SPETTACOLO PIROTECNICO ORE 10/22, CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO: MERCATINI DI NATALE 30 DICEMBRE, ORE 18:00 (CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO): CONCERTO DI NATALE AD OMAGGIO DELLA NATIVITA’ DEI SANSEVERINO OGNI GIORNO, DAL 26 AL 30 DICEMBRE: RIPRODUZIONE ED ESPOSIZIONE DI ANTICHI MESTIERI ARTIGIANALI IN PIAZZA PORTELLO

©Riproduzione riservata



Nato a 26 settimane, non ce l’ha fatta il bimbo prematuro di Teggiano

di Redazione

Aveva fatto sperare e commuovere la sua storia. Il piccolo di Teggiano nato prematuramente alla 26esima settimana purtroppo non ce l’ha fatta. Il suo cuoricino oggi ha smesso di battere nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Ruggi di Salerno dove era ricoverato. Il piccolo era venuto alla luce nei giorni scorsi all’ospedale di Polla, pesava 900 grammi e le sue condizioni non erano preoccupanti. Ma era stato trasferito in eliambulanza all’ospedale Ruggi di Salerno nel reparto neonatale. Cilento e Vallo di Diano in lutto per la tragica scomparsa.

©Riproduzione riservata



“Alla tavola della Principessa Costanza”, Enzo D’Arco il nuovo direttore artistico

di Marianna Vallone

Enzo D’Arco e Biagio Matera

A Teggiano fervono i preparativi per la 26^ edizione de “Alla Tavola della Principessa Costanza”, la Festa Medievale regina dell’estate organizzata dalla Pro Loco Teggiano, in programma l’11, 12 e 13 agosto. In queste ore l’intera comunità è coinvolta nelle prove, che hanno per scenario diverse location nello splendido centro storico della Città d’Arte del Vallo di Diano. Come sempre gli indaffaratissimi membri della Pro Loco Teggiano sono impegnati a curare tutti i dettagli della Macchina del Tempo che, a partire da domenica prossima, si appresta per tre giorni a riportare indietro di oltre 500 anni le lancette degli orologi. Un contesto che si adatta perfettamente all’importante annuncio del presidente Biagio Matera, che ufficializza il nome del nuovo direttore artistico della kermesse: si tratta del noto regista, attore e sceneggiatore Enzo D’Arco.

“Abbiamo scelto Enzo D’Arco -spiega Biagio Matera- per le sue qualità artistiche e professionali, requisiti d’eccellenza che abbiamo sempre apprezzato, arricchiti dal valore aggiunto di essere un grande talento espresso dal nostro territorio”. Alla Tavola della Principessa Costanza ha superato ormai i confini regionali ed è una kermesse di respiro nazionale, ma non rinuncia alle sue radici e quindi ad essere, prima di tutto, una manifestazione territoriale. “In base a queste e altre valutazioni -conferma il presidente della Pro Loco Teggiano- la scelta di affidare la direzione artistica ad Enzo D’Arco ci è sembrata la più naturale e coerente. È un’altra delle novità importanti di questa 26^ edizione, ed altre ancora le sveleremo a breve”.

Originario di Sala Consilina, il nuovo direttore artistico è abituato a calcare palcoscenici nazionali: ma di certo per la prima volta si ritrova a dirigere uno spettacolo con centinaia di comparse, che avrà come palcoscenico un intero centro storico e anche un Castello, e come spettatori i circa 30mila visitatori che accorreranno a Teggiano nel corso dei tre giorni.

“La kermesse dedicata alla Principessa Costanza è un centro di gravità che attrae tutti e tutto -sottolinea Enzo D’Arco- e non poteva che attrarre anche me. Per questo ringrazio il presidente Biagio Matera e tutti i membri della Pro Loco, una squadra che lavora così bene e da tanti anni che probabilmente, dopo 26 edizioni, non avrebbe nemmeno bisogno di un direttore artistico”. D’Arco ha le idee chiare su quali saranno gli obiettivi principali da perseguire: “Il mio primo compito -evidenzia- sarà quello di salvaguardare tutto quello che di buono è stato fatto in questi anni. Poi proveremo anche ad introdurre delle novità, per rinfrescare una tradizione così bella ed importante. Ovviamente non le sveliamo ancora: invitiamo invece tutti quanti a venire a Teggiano l’11, 12 e 13 agosto.

Promettiamo -conclude il nuovo direttore artistico- di stupire ancora una volta il pubblico che, proveniente da tutta Italia e non solo, affollerà lo splendido centro storico di Teggiano”.

Sono davvero tanti, quindi, i motivi di interesse della Conferenza Stampa di presentazione della 26^ edizione de “Alla Tavola della Principessa Costanza”, che avrà luogo giovedì 8 agosto a Teggiano, con inizio alle ore 16:00 presso il Complesso della SS. Pietà, nell’Aula Consiliare recentemente intitolata ad Antonio Innamorato.

All’incontro, oltre al Presidente Biagio Matera, ai membri della Pro Loco Teggiano e al direttore artistico Enzo D’Arco, prenderanno parte i principali partner dell’edizione 2019 della kermesse. Sono previsti gli interventi, tra gli altri, del sindaco di Teggiano, Michele Di Candia, del Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni Tommaso Pellegrino e della dirigenza della Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania.

©Riproduzione riservata



Strade, Provincia: 70 mila Policastro e 90 mila per Teggiano

di Luigi Martino

Proseguono i lavori di manutenzione, miglioramento e messa in sicurezza della rete viaria programmati dalla Provincia di Salerno su tutto il territorio provinciale. «Abbiamo iniziato ora su altre strade provinciali – dichiara il Presidente della Provincia Michele Strianese – Sulla strada provinciale 82 (PolicastroSantaMarina) c’è stata la consegna dei lavori in via d’urgenza per il miglioramento della sicurezza dei tratti più pericolosi. L’importo degli interventi è di 72.798,41 oltre iva. I lavori riprendono anche sulla strada provinciale 11 (PiedimonteTeggiano-SilladiSassano) con interventi di sicurezza stradale in tratti saltuari. Si sta asfaltando al chilometro 95+000 circa nel territorio di Teggiano e l’importo è di 91.192,13 oltre iva. Qui i lavori erano iniziati nello scorso settembre, ma sono stati sospesi per attendere la contrattualizzazione. Ora sono ripresi e quindi sono in corso. Mobilità e sicurezza sono fra i diritti primari del cittadino, per questo lavoriamo quotidianamente, per tutelare una mobilità sicura per le nostre comunità».

©Riproduzione riservata



Nel borgo antico di Teggiano le opere di Gualtiero Passani

di Luigi Martino

Sono una quarantina le opere della personale di pittura del maestro Gualtiero Passani esposte nel complesso monumentale della Santissima Pietà di Teggiano, nel Vallo di Diano. Si tratta della prima mostra in Campania, nella prossima primavera approderà a Napoli, del pittore 92enne originario di Carrara. Le opere in mostra percorrono circa 70 anni di arte pittorica di Passani: un excursus espositivo che parte dagli Anni 50′ e si conclude nel 2018 con l’ultimo dipinto realizzata dal pittore intitolato Racconto di Sera. Nella suggestiva cornice gotica della Santissima Pietà, l’itinerario della mostra segue quello creativo del pittore, si possono ammirare i diversi stili e tecniche di Passani con opere su olio su tela, olio su tavola, tempera su cartone, tempera su tavola ed acrilico su cartone. Gualtiero Passani, pittore dinamico, nel corso della sua esperienza artistica è riuscito a conservare un proprio stile pur spaziando dall’impressionismo al futurismo, dall’espressionismo alla metafisica, all’astrattismo, fino all’informale. «In circa 70 anni di lavoro – afferma l’artista – ho cercato di esprimere i miei amori, le mie emozioni, le mie angosce, le mie gioie. L’arte di oggi manca di espressione interiore. L’opera d’arte è quella che racconta l’interiorità dell’artista altrimenti diventa esibizione tecnica, manualità, artigianato e non arte. Invito i giovani artisti ad imparare ad essere liberi e a non copiare tendenze o subire condizionamenti». Curata dal critico d’arte Lorenzo Pacini, la mostra, ad ingresso gratuito ,sarà aperta fino al 15 gennaio 2019 dal lunedì al venerdì (ore16-19), mentre sabato e domenica di mattina e pomeriggio (9-13 e16-19). L’evento espositivo vuole anche essere l’occasione per visitare il centro storico medievale di Teggiano, riconosciuto patrimonio mondiale dell’Unesco , con le sue tredici chiese, i quattro musei e gli altri siti esempi di preziosa architettura religiosa e civile.

©Riproduzione riservata



Approda a Teggiano la mostra personale del maestro Gualtiero Passani

di Marianna Vallone

Quadro di Passani
Approda nei suggestivi spazi del complesso monumentale della Santissima Pietà di Teggiano, dal 15 dicembre prossimo al 15 gennaio 2019, la mostra personale del maestro Gualtiero Passani. Si tratta della prima tappa espositiva in Campania dell’artista considerato dalla critica uno dei più grandi pittori viventi del XX secolo. A Teggiano sarà proposta la raccolta di una quarantina di opere che condurranno il visitatore a percorrere un emozionante excursus della variegata esperienza artistica del maestro 92enne originario di Cararra. Una carriera di oltre 60 anni quella del pittore toscano che si è caratterizzato per essere riuscito a proporre diverse tecniche: dal disegno alla tempera, all’assemblaggio di vari materiali. Gualtiero Passani, pittore dinamico, nel corso della sua esperienza artistica è riuscito a conservare un proprio stile pur spaziando dall’impressionismo al futurismo, dall’espressionismo alla metafisica, all’astrattismo, fino all’informale. Nel corso della sua lungo percorso professionale ha avuto, tra l’altro, modo di confrontarsi con artisti del calibro Pablo Picasso, Arturo Dazzi, Moses Levy ed Ottone Rosai. «Siamo orgogliosi di poter ospitare – dichiara il sindaco di Teggiano Michele Di Candia – l’arte pittorica del maestro Passani. Abbiamo faticato non poco per assicuraci la possibilità di poter proporre la stupenda collezione di dipinti dell’artista toscano». Le opere esposte a Teggiano, la mostra sarà visitabile tutti i giorni, sono state accuratamente selezionate dal noto critico d’arte Lorenzo Pacini che sarà presente alla cerimonia inaugurale in programma sabato, 15 dicembre alle ore 11,00.  

©Riproduzione riservata



Niente plastica a scuola: borracce alluminio per alunni Cilento

di Luigi Martino

Elaborare un piano nazionale per l’Educazione ambientale nelle scuole italiane di ogni ordine e grado per sensibilizzare bambini e ragazzi, fin da giovanissimi, su temi come la sostenibilità ambientale e la qualità dello sviluppo. In un’ottica di cittadinanza attiva.
Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto oggi al Miur dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti e dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa che punta, fra l’altro, a rendere strutturali i percorsi di educazione ambientale nelle scuole. Stanziando da subito le prime risorse necessarie, 1,3 milioni di euro destinati alle istituzioni scolastiche.

«È iniziata oggi a Roma, alla presenza dei ministri Costa e Bussetti, la prima distribuzione delle borracce di alluminio ai ragazzi delle scuole dell’infanzia ed elementari – scrive Gennaro Maione, presidente del Consac, su Facebook -. Si attua un progetto fortemente voluto da Consac, dal Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni e da Legambiente. Il ricevuto patrocinio della Regione Campania e del ministro dell’Ambiente rafforza il progetto».

Tra le azioni previste, percorsi di Educazione ambientale per gli studenti, progetti e attività a supporto delle iniziative autonome delle scuole, programmi di formazione e aggiornamento per docenti e Ata. Saranno favoriti interventi per la qualificazione degli spazi educativi e degli edifici scolastici, nel rispetto della sostenibilità ambientale e di una migliore efficienza energetica. Saranno promosse azioni e iniziative che favoriscano lo sviluppo di curricula e di esperienze scuola-lavoro nel settore della green economy. Nonché esperienze didattiche sul campo e viaggi d’istruzione in contesti naturali, quali le aree protette italiane e alle aree di interesse naturalistico.
Bassetti, Costa, Marione e Pellegrino
«Con l’accordo che sigliamo oggi, puntiamo a creare una collaborazione strutturata fra i nostri Ministeri e a definire un Piano di interventi concreti, che non resteranno sulla carta, per consentire ai nostri studenti di entrare in contatto da subito e in maniera attenta e consapevole con l’ambiente – ha dichiarato il Ministro Marco Bussetti -. La loro cittadinanza attiva dipende anche da questo. A questo scopo stiamo stanziando un milione e 300 mila euro. Monitoreremo le azioni che verranno messe in campo e faremo tutto il necessario per potenziare l’offerta e fornire la migliore formazione possibile. Senza sostenibilità non c’è futuro e noi dobbiamo essere sicuri di aver fornito a ogni bambino e ragazzo un’educazione di qualità anche su questi temi. È un lavoro che faremo facendo squadra con gli enti, le associazioni e le istituzioni che mettono da anni le proprie competenze al servizio dei nostri giovani e condividono con noi questa responsabilità e questa missione». «Questo Protocollo – ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa – segna un sentiero da costruire insieme. Noi dobbiamo fare in modo che chi si affaccia alla vita, come i bambini qui presenti oggi, abbia subito un pensiero ambientale, visto che la nostra generazione ha fallito su questo. Formare nell’ambiente vuol dire costruire il futuro del nostro pianeta. E noi, con questo Protocollo con il Miur, vogliamo permettere che i ragazzi possano seguire questo percorso, ma soprattutto essere costantemente al fianco del Ministero dell’Istruzione per realizzare insieme il cambiamento». Un comitato paritetico curerà l’attuazione del Protocollo e delle attività connesse. Tra le prime azioni in agenda, c’è il lancio di un bando di concorso per le scuole di ogni ordine e grado. Ai ragazzi sarà proposto di realizzare lavori basati sull’approfondimento della conoscenza del patrimonio naturale del proprio territorio. L’accordo rafforzerà la collaborazione tra i due Ministeri e le Forze dell’ordine preposte alla tutela dell’ambiente, tramite nuovi accordi e valorizzando quelli esistenti. Come, ad esempio, il protocollo tra Miur, Mattm e Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto dedicato alla sensibilizzazione dei ragazzi sull’importanza della tutela dell’ambiente marino e costiero. Saranno realizzate iniziative pubbliche di Educazione ambientale, valorizzando quelle già in programma per questo anno scolastico. Con particolare attenzione per il World Cleanup Day del 10 maggio 2019. Per festeggiare questa data, nel corso di quest’anno, alle scuole sarà chiesto di elaborare campagne di comunicazione, spot video/radiofonici e contenuti per i social network sui temi dell’utilizzo della plastica e dell’importanza del riciclo.
L’intervento di Gennaro Maione, presidente Consac spa
Nel corso della mattinata sono stati presentati due progetti di Educazione ambientale, ideati rispettivamente dalla Scuola dell’infanzia “Baita” – Istituto comprensivo “Ardea 1” di Ardea (RM) e, congiuntamente, dalla Direzione didattica “Aldo Moro” di Vallo della Lucania e dall’I.C. di Teggiano. In merito a quest’ultimo progetto, prima della conferenza, oggi al MIUR è stato sottoscritto un accordo tra il Parco del Cilento e la “Consac Gestioni Idriche SPA”, per la distribuzione di borracce a tutti gli studenti dei Comuni del Parco nazionale. Il loro utilizzo, è stato stimato, eliminerà circa tre milioni e mezzo di bottigliette. Simbolicamente, le due scolaresche cilentane hanno regalato ai bambini romani le loro borracce, per uno scambio in segno di amicizia.

©Riproduzione riservata



Educazione ambientale a scuola, Vallo e Teggiano presentano idee al ministero

di Luigi Martino

Domani, mercoledì 5 dicembre, alle ore 11, presso la sala Aldo Moro del Miur, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti e il ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa, sottoscriveranno un protocollo d’intesa per l’educazione ambientale, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado. Il protocollo prevede la realizzazione di un piano nazionale per l’educazione ambientale per la sensibilizzazione dei ragazzi in merito a sostenibilità, qualità dello sviluppo, cittadinanza attiva, legalità e rapporto tra scuola e territorio. Per raggiungere questi obiettivi, saranno realizzati progetti e attività a supporto delle iniziative autonome delle scuole e programmi di formazione e aggiornamento per docenti e Ata. L’obiettivo del piano sarà anche promuovere in modo strutturale percorsi di educazione ambientale nelle scuole. Nel corso dell’incontro verranno presentate alcune idee innovative dedicate al tema dell’ambiente realizzate dalle scuole. In particolare, i progetti saranno presentati dalla scuola dell’infanzia “Baita” – Istituto comprensivo “Ardea I” di Ardea (Roma), dalla direzione didattica “Aldo Moro” di Vallo della Lucania e dall’istituto comprensivo di Teggiano.

©Riproduzione riservata



Furto al centro commerciale: in manette tre 18enni

di Luigi Martino

La caserma dei carabinieri di Sala Consilina
Tre ragazze diciottenni del Vallo di Diano sono state arrestate per furto pluriaggravato in concorso tra di loro. Le tre giovani, tutte incensurate, nella serata di lunedì 12 novembre, sono entrate in un centro commerciale cinese di Atena Lucana e, dopo aver messo fuori uso con un coltello i dispositivi antitaccheggio, si sono impossessate di capi di abbigliamento di vario genere, soprattutto di lingerie. Le tre giovani sono state colte in flagrante dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina all’interno dei camerini mentre cercavano di occultare in alcune borse l’abbigliamento rubato. I militari erano stati allertati dai proprietari del centro commerciale insospettiti dallo starno comportamento delle tre ragazze.  

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019