Tag: trenitalia

Terremoto nel Tirreno, treni Salerno – Paola sospesi per quasi 3 ore

di Marianna Vallone

Dalle 6.30 il traffico ferroviario tra Salerno e Paola è stato sospeso per consentire le verifiche tecniche dopo la scossa sismica che ha interessato la zona tra Praja e Diamante. Dagli uffici tecnici hanno fatto sapere che i treni sono partiti regolarmente a partire dalle 8.55. Si sono così registrati ritardi fino a 95 minuti. I treni coinvolti sono quelli partiti da Sibari per Bolzano, i treni da Reggio Calabria a Roma, da Sapri a Napoli, da Paola a Cosenza e da Salerno a Paola.

Treni parzialmente cancellati quello partito a Cosenza e diretto a Sapri delle 6.25 e da Sapri a Paola delle 6.05.

«La sospensione è stata necessaria – spiegano – per verificare il monitoraggio della linea e le verifiche sulle infrastrutture per escludere danni o pericoli».

La forte scossa di terremoto con magnitudo 4.4. ed epicentro nel Tirreno meridionale si è verificata questa mattina all’alba alle 6.31. L’evento sismico è stato avvertito distintamente dalla popolazione del basso Cilento, specialmente nel golfo di Policastro e nella Basilicata, ed è stato registrato dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a 11 chilometri di profondità.


©Riproduzione riservata



Paestum, sprovvisto di biglietto colpisce il capotreno con un pugno

di Marianna Vallone

E’ stato medicato al pronto soccorso di Battipaglia con diagnosi di policontuso (trauma regione frontale sinistra, spalla e ginocchio destri, mano sinistra) e prognosi di giorni 6, e dimesso il capotreno di un treno regionale delle Ferrovie colpito da una testata al volto da un passeggero che pretendeva di viaggiare senza biglietto. L’episodio è avvenuto alla stazione di Paestum. Il malcapitato ferroviere ha poi formalizzato la denuncia. I fatti Intorno alle 6,20 di ieri, il capotreno del treno regionale 3449, proveniente da Salerno e diretto a Paola, poco dopo la partenza del convoglio dalla stazione di Capaccio, mentre effettuava la consueta verifica dei titoli di viaggio a bordo del treno, si è imbattuto in un uomo privo di biglietto, al quale ha chiesto di regolarizzare la propria posizione, comunicandogli che, diversamente, sarebbe dovuto scendere alla fermata successiva. Nella stazione di Paestum il viaggiatore pretendendo di proseguire il viaggio senza pagare, ha iniziato ad urlare ed inveire con veemenza verso il capotreno e dopo essere sceso, prima della chiusura delle porte, lo ha improvvisamente colpito con violenza, sferrandogli un pugno al volto e facendolo cadere a terra sulla banchina ferroviaria, per poi dileguarsi nelle campagne circostanti.
Dopo neanche mezz’ora l’assalitore è giunto nella stazione di Battipaglia a bordo di un altro treno, senza immaginare che ad attenderlo c’erano gli stessi poliziotti ai quali era sfuggito poco prima, che lo hanno immediatamente fermato nonostante tentasse di occultare con il cappuccio della felpa la sua appariscente ed originale capigliatura. O.E. nigeriano, classe 1997, è stato condotto negli Uffici dalla Polfer, a fatica, poiché nel tragitto ha continuato a dimenarsi ed a strattonare i poliziotti. Riconosciuto anche dal capotreno, è stato tratto in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale.

©Riproduzione riservata



Sciopero, i treni si fermano: disagi e cancellazioni

di Luigi Martino

Sciopero dei treni
Sciopero dei treni in Campania. Lo stop alla circolazione è stato indetto dalla segreteria regionale della sigla USB Lavoro Privato. Il blocco dei convogli su base regionale ci sarà dalle ore 9 alle ore 17 di venerdì 23 novembre. La protesta sindacale non interessa le Frecce e i treni della lunga percorrenza. «Per i treni regionali potranno verificarsi limitate cancellazioni o variazioni, salvaguardando comunque le relazioni a maggiore traffico viaggiatori. L’agitazione sindacale potrebbe comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio dello sciopero e dopo la sua conclusione», si legge in una nota che è stata diffusa da Rete Ferrovie Italiane.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019