• Home
  • Cronaca
  • Taxi Sociale, protocollo d’intesa nel Vallo di Diano con l’Unione ciechi e ipovedenti

Taxi Sociale, protocollo d’intesa nel Vallo di Diano con l’Unione ciechi e ipovedenti

di Pasquale Sorrentino

È stato firmato ieri un protocollo d’intesa tra la Comunità montana Vallo di Diano e l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, sezione territoriale di Salerno. L’oggetto è la messa a disposizione del Taxi Sociale di chi è affetto da gravi patologie della vista.

Un altro successo per questo innovativo servizio di trasporto a chiamata finanziato con i fondi della Strategia per le Aree Interne, di cui l’Ente con sede a Padula è titolare. Progetto che si avvale della proficua collaborazione del Consorzio Sociale Vallo di Diano, Tanagro e Alburni.

“Fin dal primo momento eravamo convinti della bontà dell’intervento” rivendica Francesco Cavallone, Presidente dell’Ente valdianese “ed i fatti ci danno ragione: in meno di un mese dall’attivazione abbiamo richieste da associazioni di categoria di soggetti cosiddetti fragili”.

La sottoscrizione del protocollo con l’associazione è dunque «motivo di grande soddisfazione. Il territorio, tramite la Comunità montana, sta dando risposte chiare e precise per chi ha difficoltà di spostamento, migliorando la qualità della loro vita. Per noi è poi un arricchimento perché l’entusiasmo e la determinazione di queste persone è commovente».

Raffaele Rosa, presidente dell’Unione Ciechi e Ipovedenti, sezione di Salerno, apprezza e ringrazia. «È un giorno particolare. Siamo sul territorio a livello provinciale da 66 anni e possiamo dire che oggi, con questo protocollo d’intesa, scriviamo una bella pagina. È una cosa meravigliosa poter dare una mano ai tanti amici e soci ipovedenti presenti nel Vallo di Diano. Sull’intero territorio provinciale altre realtà dovrebbero prendere esempio dalla Comunità montana Vallo di Diano».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019