Tenta il suicidio, infermiere del Vallo di Diano lo salva ma lui lo aggredisce

2546
Infante viaggi

di Pasquale Sorrentino

Un infermiere valdianese, di trent’anni, ha fermato un paziente che tentava di suicidarsi nell’ospedale di Mantova, ma poi il l’uomo appena salvato lo ha colpito con diverse testate. Il tutto è accaduto nel pomeriggio di domenica quando un paziente, secondo quanto emerso, affetto da problemi psichiatrici, ricoverato nel reparto medicina d’urgenza, ha dato in escandenscenza. Il paziente ha aggredito il medico del reparto dopo di che ha tentato di lanciarsi dalla finestra. A questo punto l’infermiere, un trentenne pollese, è intervenuto, prima per supportare il medico, poi per evitare che l’uomo riuscisse nel suo gesto. Lo ha quindi bloccato ma a questo punto il paziente lo ha colpito due volte con delle testate rompendogli zigomo e setto nasale. Il giovane salernitano anche se ferito, insieme ai colleghi, è riuscito ad evitare il peggio e poi fermare il paziente. Questo ennesimo episodio “sentinella” di violenza su medici e infermieri pone in evidenza, laddove ce ne fosse bisogno, quanto sia complesso questo lavoro e quanto poca sicurezza abbiano gli appartenenti al personale sanitario. Una situazione delicata che coinvolge un po’ tutte le aziende sanitarie.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur