Tragedia a Castellabate, malore in acqua: morto un giovane

di Antonio Vuolo

Tragedia nel pomeriggio sul litorale di Castellabate, dove ha perso la vita per annegamento un 26enne senegalese. Sylla Ndyebel è stato risucchiato dal mare in località Pozzillo. Invano è stato il tentativo di rianimarlo da parte dei sanitari dell’ambulanza Givi di Battipaglia, con base a Santa Maria di Castellabate. Sul posto anche gli uomini della capitaneria di porto di San Marco di Castellabate e Agropoli, agli ordini del tenente di vascello Valerio Di Valerio. Il 26enne straniero, residente da tempo nel Cilento, stava facendo il bagno con un amico, che è riuscito a tornare a riva e a dare l’allarme. Immediatamente si sono buttati in mare i bagnini presenti in spiaggia e gli uomini del salvamento via mare. Poi, le manovre cardiache, ma Sylla non si è più risvegliato. Il 26enne era in vacanza nel Cilento. Aveva da pochi giorni raggiunto un amico senegalese che lavora a Castellabate. Il recupero della salma è stata affidata all’impresa funeraria di Marco Baccaro.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019