Tragedia Cilentana, l’ultimo saluto a Francesco e Raffaele

di Redazione

«C’è un passo del libro della Sapienza che in questo momento vorrei ricordare a quanti, amici e coetanei del povero Francesco si stringono intorno alla sua inerte persone avvolta nel gelo della morte. “Fu rapito perché la malizia non alterasse il suo spirito, e la seduzione non ingannasse l’anima sua”. Cari giovani accogliete il monito supremo che parte dalla bara di questo vostro amico che ha conosciuto la notte prima della sera, e trasformate la vostra vita in un impegno costante di lavoro, di di sacrificio e di purezza!». E’ quanto dichiara don Salvatore Monterosso, parroco di Vallo Scalo, all’indomani della tragedia che ha colpito la comunità di Castelnuovo CilentoFrancesco Merola, un giovane di 33 anni, è morto domenica mattina all’alba lungo la strada provinciale Cilentana all’altezza dello svincolo di Perito. Un incidente frontale che ha spezzato la vita anche di Raffaele Vivone, 49enne di Ceraso. Oggi le due comunità si stringono attorno alle famiglie per salutare per l’ultima volta i due uomini. Il funerale di Francesco è fissato per le 16.30 nella chiesa di Santa Chiara. A Ceraso l’ultimo saluto a Raffaele, sempre nel pomeriggio.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019