Trema Camerota, Corte dei Conti indaga su presunti ammanchi al Comune: c’è un buco da 1 milione di euro

Infante viaggi

Stipendi gonfiati e indennità non dovute per la riscossione della Tarsu e per le pratiche su invalidi civili. E’ quanto emerge da una inchiesta della Corte dei Conti portata alla luce questa mattina dal quotidiano La Città di Salerno nell’articolo a firma del giornalista Vincenzo Rubano. I rilievi e le indagini effettuate dalla procura regionale della Corte dei Conti pesano come un macigno sulla posizione già discussa del sindaco di Camerota, Antonio Romano, e del suo braccio destro, Antonio Troccoli. Ma nel calderone delle indagini sono finiti anche Giuseppina Fiore, Orlando Laino, Mattia Gerardo Del Duca, Pantaleone Mea, Ciro Coppola. Coinvolti nella vicenda anche il segretario comunale dell’amministrazione Troccoli, Luigi Cupolo e il suo vice Salvatore Ciociano. In pratica si tratta di politici, ex politici, funzionari e dirigenti.

I fatti risalgono al 2003-2004. Il danno erariale è stato quantificato in una cifra abbastanza importante per un Comune come quello di Camerota. Mancherebbero, infatti, quasi un milione di euro. Per la precisione 992 mila e 262 euro. Per il recupero della Tarsu – come scrive Rubano su La Città – sarebbero state accertate indennità non consentite pari a 514 mila euro. Sotto la lente di ingrandimento della procura anche una indennità «che non trova alcuna corrispondenza nella normativa» versata in favore dell’ufficio dell’invalidità civile pari a 48 mila euro divisa a due dipendenti. In più – come si legge su La Città – sarebbero stati corrisposti alla società Sco servizi e consulenze srl, 323 mila euro senza tener conto che «il conferimento di incarichi all’esterno è possibile solo quando nella dotazione organica non sia possibile reperibile personale competente». Sul caso era stata aperta anche un’inchiesta della Procura di Vallo della Lucania.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro