Trenitalia boccia il Cilento, Frecciarossa non ferma più a Sapri

Infante viaggi

A partire dal 3 giugno Torino e Reggio Calabria saranno collegate dal Frecciarossa che partirà da Torino Porta Nuova alle 8 del mattino con arrivo a Reggio Calabria alle 18.50. Da Reggio Calabria la partenza è invece alle 10.10 con arrivo a Torino Porta Nuova alle 21.00, questo collegamento sarà attivo dal 4 giugno. Tra le fermate intermedie ci sono Torino Porta Susa, Milano Centrale, Milano Rogoredo, Reggio Emilia AV, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Roma Tiburtina, Roma Termini, Napoli Afragola, Napoli Centrale, Salerno, Paola, Lamezia Terme Centrale, Rosarno, Villa San Giovanni.

Dunque nessuna fermata per il Cilento. Dopo Salerno la fermata successiva è direttamente Paola. «Dopo la bella notizia di Italo arriva la bocciatura di Trenitalia. – commenta l’ex sindaco di Sapri e capo dell’opposizione Giuseppe Del Medico – Da mercoledì 3 giugno, per la prima volta, il Frecciarossa arriva in Calabria, unendo il Sud Italia alle grandi città del Nord già servite dall’Alta velocità. Ogni giorno una coppia di Frecciarossa collegherà senza cambi Reggio Calabria con Torino. NESSUNA fermata dopo Salerno, una decisione inaccettabile che penalizza la nostra città e l’intero territorio, dopo l’esclusione di Sapri dai due Frecciargento Bolzano/Sibari, ancora una mortificazione che hanno il suono di “campane a morte” per un territorio che deve affrontare la più grave crisi sociale ed economica dopo il dopoguerra. E’ necessaria una reazione forte e coraggiosa – continua Del Medico – da parte delle istituzioni (locali, provinciali, regionali e nazionali) e delle associazioni sindacali e di categoria per difendere i nostri diritti, non possiamo accettare in silenzio decisioni che ci feriscono e sottraggono futuro ai nostri figli».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur