• Home
  • Eventi
  • Trentinara: “Storie e parole intorno al grano”, tutti i segreti del Metodo Cilento

Trentinara: “Storie e parole intorno al grano”, tutti i segreti del Metodo Cilento

di Redazione

Grande successo per “Storie e parole intorno al grano”, la rassegna culturale inserita nel cartellone della Festa del Pane e della civiltà contadina di Trentinara, che ha inaugurato ieri sera l’edizione 2022, in corso fino al 31 luglio con cinque giorni dedicati alle tradizioni popolari, tra incontri, musica e degustazioni. “Storie e parole intorno al grano”, curata dall’APS Trentinara si è aperta ieri con l’appuntamento su “Agricoltura sostenibile e comunità resilienti”. Estasiato il pubblico che ha assistito allo spettacolo-racconto dell’ l’istrionico Amedeo Colella, che ha accompagnato i visitatori in un viaggio nella cultura gastronomica campana trasportandoli fino a 3000 anni fa.

  • Questa sera nella  suggestiva piazzetta panoramica del centro storico, alle 20.30 appuntamento con “Il Metodo Cilento – I 5 segreti dei centenari”, ultimo lavoro del Giornalista Luciano Pignataro (ed. Mondadori) scritto con il compianto Giancarlo Vecchio, per raccontare la storia dell’elisir di lunga vita cilentano, la Dieta Mediterranea e i suoi prodotti. Liniziativa fa parte del ciclo di incontri previsti nel progetto “Trentinara Vivi e Gusta – Agricoltura sostenibile e territorio” finanziato dalla Regione Campania con fondi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Interverranno anche Giovanna Voria, Ambasciatrice della Dieta Mediterranea e Valerio Calabrese Direttore del Museo Vivente della Dieta Mediterranea. Modera il giornalista enogastronomico Yuri Buono. A seguire, alle 21.30, “Salute!”, lo spettacolo della compagnia Solot di Benevento, un affresco divertente e colto sul mondo del vino, con Michelangelo Fetto, Rosario Giglio, Massimo Pagano e Antonio Intorcia. 
  • Il Metodo Cilento, I cinque segreti dei centenari

Nel “Metodo Cilento” Luciano Pignataro, enogastronomo e cilentano doc, avvalendosi del supporto scientifico dell’oncologo di fama internazionale Giancarlo Vecchio, approfondisce i perché di questa longevità sorprendente e delinea un modello per una vita non solo lunga, ma soprattutto felice. Attingendo alla saggezza dei contadini, alle usanze e alle tradizioni del territorio, e in particolare alla Dieta Mediterranea che proprio in Cilento ha origine, Pignataro e Vecchio offrono un vademecum da applicare alla vita quotidiana, con consigli sull’alimentazione e sullo stile di vita. Si tratta di abitudini non impegnative, come prediligere verdure e cereali, scegliere prodotti freschi e di stagione, camminare invece di prendere l’auto, impegnarsi per tenere viva una rete di relazioni sociali che non siano ristrette al solo ambito lavorativo. Significa prendersi il tempo per ascoltare gli altri, anche quando ci raccontano cose che riteniamo inutili: in Cilento il tempo si trova sempre – per lavorare, per meravigliarsi della natura, per scambiare quattro chiacchiere con un amico. Tanti consigli pratici per disconnetterci da un’esistenza frenetica, dai social network, dalle ansie che affannano le nostre giornate, e riscoprire il valore della lentezza e della “slow life”. E vivere felici, a lungo.

  • Domani 29 luglio Storie e parole intorno al grano” continua con la conversazione con il poeta e paesologo Franco Arminio. Scrittore e regista italiano, figura di rilievo nel panorama nazionale, ha dedicato la sua vita alla valorizzazione dei paesaggi rurali, lottando contro lo spopolamento dei luoghi e l’abbandono delle tradizioni.

Come ogni anno migliaia di visitatori affollano gli stand gastronomici nei caratteristici vicoli del centro storico, per degustare il pane tradizionale prodotto con grano di Trentinara, accompagnato dai piatti tipici della tradizione cilentana.

Il messaggio che parte da Trentinara diventa così un manifesto per la gestione sostenibile del territorio e per un moderno approccio all’agricoltura, che guarda al futuro con gli occhi del presente, fatto di troppe contraddizioni ed estreme fragilità. Riconnettersi alla terra, avere cura del paesaggio e della relazione tra l’uomo e la natura, riconoscere gli errori di una crescita dissennata e farne tesoro per costruire un futuro diverso, sono i valori e le ambizioni alla base di “Storie e parole intorno al grano”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019