• Home
  • Attualità
  • «Troppa» informazione sulla guerra in Ucraina, Fasano: «Chi si lamenta è chi guarda il Grande Fratello in tv»

«Troppa» informazione sulla guerra in Ucraina, Fasano: «Chi si lamenta è chi guarda il Grande Fratello in tv»

di Pasquale Sorrentino

Pierpaolo Fasano, speaker di Radio Alfa e docente del liceo di Padula, ha parlato in merito alle lamentele delle persone che non vogliono informazioni o comunque che vedono troppe informazioni sulla guerra in Ucraina. «Da giorni leggo e ascolto – ha scritto Fasano, che ricordiamo ha testimoniato il suo contagio al Covid da cronista nonostante le grandi difficoltà fisiche – gente lamentarsi del “martellamento mediatico” sulla guerra in Ucraina. Gente che spegne la tv, che si rifiuta di ascoltare, che dice di non poterne più, che si permette anche di criticare la qualità dell’informazione a loro dire “terroristica”, scadente e di parte (in barba al fior fiore di giornalisti italiani inviati in Ucraina e in Russia per raccontarci l’attualità in diretta, rischiando la vita)».

Dopo questa premessa, l’affondo. «Non vi invidio. Da settimane continuo a leggere compulsivamente i quotidiani (anche in classe ai miei studenti), continuo ad ascoltare Radio 1, a guardare i telegiornali e gli approfondimenti. Insomma. Mi informo. A lamentarsi oggi sono le stesse persone che guardano il Grande Fratello in tv per assecondare la loro necessità di “evadere dalle tragedie quotidiane” mascherando così la loro insita buona dose di ignoranza. Sono gli stessi che “non ne possiamo più di sentir parlare sempre del covid».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019