• Home
  • Turismo
  • Ecco le foto scandalo di una cena a Marina di Camerota. “Le stoviglie nel cesso”

Ecco le foto scandalo di una cena a Marina di Camerota. “Le stoviglie nel cesso”

di Maria Antonia Coppola

Il 19 agosto u.s., fra le righe del nostro giornale, nell’articolo ‘tutta la buona volontà di Camerota. Maghi e apprendisti stregoni’ si leggeva, tra i vari’forse’e ‘probabilmente’, di testimonianze di alcuni diportisti in vacanza a Camerota che erano stati invitati, attraverso un porta a porta sul molo, a partecipare alla serata sul porto, organizzata per il Ferragosto dall’amministrazione comunale e il consorzio Il canto delle Sirene: “Metti una sera a cena…con un grande chef’, dal costo complessivo di 50 euro.
Ricordiamo brevemente ai nostri lettori, che le testimonianze riportavano poi, alcuni dettagli inquietanti accaduti durante la manifestazione culinaria: “Un signore di un equipaggio vede qualcosa di strano, forse camerieri che portano i piatti sporchi nei bagni pubblici del porto, probabilmente, pensano di lavarli lì.  Si indigna. Chiama i carabinieri… Ci raccontano, poi, di aver avuto restituiti dagli organizzatori i 50 euro spesi per la cena.”
La traccia che avevamo lasciato il 19 agosto sul nostro articolo, era decisamente leggera, pur sapendo bene, dopo aver accertato le testimonianze, che la cosa accaduta era gravissima. Oggi , la ‘notizia  di quella serata/evento/catastrofe la rimarchiamo, e non possiamo essere esenti dal fare ciò, dopo che sono giunte in redazione le foto del dietro le quinte ‘dei grandi chef ai fornelli’, scattate da un nostro lettore. Le foto sono titolate: metti una sera a cena…nel cesso. Accompagnate da un commento scritto non di meno peso: “Al sig. P. R.(il nome giunto a noi è per esteso), diportista in Camerota alla denuncia in caserma hanno detto: questa è una denuncia inutile perché non siamo l’asl”.

E’ Il porto di Marina di Camerota l’ambasciatore nel mondo di questo tratto di costa cilentana. Accogliente culla marina di questo bel paese, approdo estivo di mille e mille imbarcazioni, vive, nelle alternanze delle vacanze estive, le esibizioni di plance, vele, legni, motori, che ravvivano, in tutti i sensi, questo angolo di paradiso.
Avrà mai pensato a questo, tempo addietro, qualcuno dell’amministrazione comunale quando ha voluto organizzare al porto di Marina di Camerota, la serata del Ferragosto con gli chef stellati del consorzio ‘Il canto delle sirene’? Ricordiamo, della parte in questione, il ‘manifesto degli incontri’che apre con una dicitura : ‘Tre mesi tra mare, cultura, musica, spettacolo e soprattutto turismo. Il programma estivo 2010 del Comune di Camerota:

"Questo programma, creato con la delegata allo spettacolo Pina Di Bello – Spiega Rosa Anna Mazzeo, delegata al turismo del Comune di Camerota – è uno strumento per aiutare i graditi ospiti di Camerota a scoprire e conoscere meglio il mare, la terra, le popolazioni, le tradizioni e il grande fascino dei luoghi scelti per la loro vacanza. Alcuni degli eventi in programma sono gli storici appuntamenti con la pietà religiosa popolare e molto attesi dai turisti abitudinari e organizzati con grande cura dai comitati feste di ogni frazione del Paese. Altri eventi sono una proposta di questa Amministrazione Comunale a un invito a vivere le strade, le spiagge e i borghi partecipando a queste iniziative di varia creatività".

 

Non ci si esenta dal constatare che questo programma estivo firmato dall’amministrazione comunale,  ha messo dentro di tutto e di più. Quello che altri avevano già organizzato, magari da anni. Quello già pensato e confezionato da privati, dai comitati delle feste e dalle varie organizzazioni e associazioni. Una miscellanea degna della più grande Mary Shelley con il suo Frankenstein. Un’amministrazione che usa (forse inconsapevolmente?) un ‘linguaggio malato’: un’amministrazione che sponsorizza, mentre si sponsorizza. Ancora una sorta di tiepido illusionismo. Che non serve a dare la svolta ad un territorio,  forse potrà bastare fino a quando ci accontenteremo che sia solo il porto di Marina di Camerota ad essere ambasciatore (involontario) di Camerota nel mondo.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019