• Home
  • Turismo
  • Camerota: dopo la musica chiusa anche la pesca

Camerota: dopo la musica chiusa anche la pesca

di Vincenzo Di Santo

Da ieri a Marina di Camerota, grazie ad una nuova ordinanza del sindaco è vietata  la pesca di molluschi e crostacei alla  baia degli Infreschi. Il divieto, è dovuto alla presenza nella zona di un accumulo di alghe tossiche.Intanto la nave oceanografica con gli esperti dell’Arpac è attraccata a Marina di Camerota per effettuare altri controlli al  porto naturale degli Infreschi. Per Domenico Bortone sindaco e artefice dell’ordinanza non ci sono rischi per i bagnanti.Gli esperti hanno anche escluso che l’alga rossa, tossica se inalata in grandi quantitá e che può portare febbri e difficoltá respiratorie, sia legata all’inquinamento delle acque.Ma sembra che i guai non finiscno qui.Dopo l’ordinanza di chiusura alle ore 24 dei locale notturni di intrattenimento musicali, al mingardo che è area "sic" (sito d’importanza comunitaria), è stata rilasciata ad uno stabilimento balneare un’autorizzazione per una festa fino alle ore 5 del mattino.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019