Turismo, da Matera il monito: «Basta campanilismi ma sinergie in Cilento»

Infante viaggi

Mettere insieme gli Enti e gli imprenditori per rilanciare la filiera turistica e culturale del territorio a sud della provincia di Salerno. Tema dell’incontro che si è svolto a Vallo della Lucania, mercoledì 21 dicembre, è stato illustrare le prospettive legate allo sviluppo turistico del territorio, con particolare riferimento alla necessità di creare rete e sinergie, promuovere la sostenibilità e superare la dicotomia tra pubblico e privato. Quest’ultimo, elemento caratterizzante è alla base del Distretto turistico Cilento, Sele, Tanagro e Vallo di Diano, che ha promosso e organizzato il convegno anche per annunciarne l’istituzione avvenuta lo scorso giugno 2016 da parte del Ministero dei Beni, della attività culturali e  Turismo. Tanta la partecipazione all’incontro che si è svolto nell’aula consiliare di Vallo della Lucania, durante il quale sono stati approfonditi i temi legati alle opportunità di sviluppo turistico e culturale. Particolare focus sul partenariato pubblico e privato per la rigenerazione urbana, sulle opportunità di investimento del self ­ employment, sugli incentivi per piccole emedie imprese. Presenti all’incontro, oltre al sindaco di Vallo della Lucania Antonio Aloia, il presidente del Distretto turistico Cilento, Sele, Tanagro e Vallo di Diano, Carlo Giuliani, Nello Onorati, presidente di Sistema Cilento, Maria Federica Agresta, presidente Rete d’Impresa Mediterranean Experience e Vincenzo Marrazzo, direttore operativo Distretto Turistico. Ha concluso i lavori l’assessore al Turismo della Regione Campania, Corrado Matera.

«E’ un dato di fatto che gli imprenditori siano tendenzialmente disillusi perché molte progettualità legate al settore turistico e culturale si sono arenate nel momento in cui la macchina burocratica ha rallentato questi processi – ha spiegato Carlo Giuliani, presidente del Distretto – ma ora cerchiamo di superare questa fase e di cogliere l’opportunità di mettere insieme gli enti e gli imprenditori perché oggi ci sono processi più snelli e consapevolezza maggiore».

  • assicurazioni assitur


«Stiamo mettendo in campo il sistema turistico integrato che riguarda la Regione Campania e che interesserà anche queste aree, che hanno grandi punti di forza. – ha aggiunto l’assessore regionale al Turismo Corrado Matera – I nostri territori non devono mettersi in competizione con altri come Napoli e Capri ma collegarsi a questi per fare in modo che il turista venga intercettato qui e trasferito nei nostri territori dove dovrà trovare accoglienza e prodotto turistico di qualità. Il territorio ora deve capire che la lotta dei campanili, per anni perpetrata, è errata, bisogna fare squadra e rete per quella che potrebbe essere una delle ultime opportunità per i finanziamenti europei». Al termine del convegno, prima dell’intervento dell’assessore Matera, lo spazio è stato lasciato al pubblico, che si è dimostrato ampiamente interessato alla questione. Gli interventi hanno messo in evidenza quelle che sono considerate le debolezze, ma anche le necessità e le opportunità di questo tema.


©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur