• Home
  • Attualità
  • Un successo la Granfondo del Tanagro, in 350 sulle strade della Campania partiti da San Pietro al Tanagro

Un successo la Granfondo del Tanagro, in 350 sulle strade della Campania partiti da San Pietro al Tanagro

di Pasquale Sorrentino

È stato un successo la Granfondo del Tanagro. In 350 sulle strade della Campania, con partenza da San Pietro al Tanagro, e della Basilicata. Vincono Abenante e Diezzo. La 7ª edizione della Granfondo del Tanagro – Memorial Franca Priore e Pasquale Ammaccapane ha riacceso emozioni che sembravano perdute. Il raduno di partenza, affollato da 350 cicloamatori che hanno portato entusiasmo e allegria nel quartier generale di località Setone; i sorrisi non più nascosti dalle mascherine; la fatica e gli sforzi temperati dal pranzo condiviso con gli amici e le famiglie. Una galleria di immagini e di sensazioni che, nel loro insieme, restituiscono l’essenza del ciclismo amatoriale.

La corsa – organizzata dal Ciclo Team Tanagro e inserita nel calendario del Giro dell’Arcobaleno e del neonato circuito regionale Campania Felix – si è accesa subito dopo il via ufficiale da San Pietro al Tanagro: i primi 20 km pianeggianti hanno stuzzicato la fantasia di una decina di attaccanti che hanno provato ad anticipare i più forti, ma senza successo. Imboccata la salita di Passo Mandrano (1101 metri), la Granfondo ha selezionato i candidati al successo: Michele Martino (Sirino Bike) muove per primo le acque, portandosi dietro Roberto Ciervo (Odyssey). Alle loro spalle, si muovono Marco Larossa (Team Larossa) e Pasquale Sirica (Associazione dilettantistica Città di Sarno). L’ultimo tratto della salita che divide il Vallo di Diano dall’alta Val d’Agri rimescola ancora le carte: Ciervo e Martino cedono il passo al ritorno di Pasquale Abenante e Luigi Balzano (Murolo Costruzioni), raggiunti a loro volta da Aniello De Vito (San Gennariello Bike) e Giuseppe Orlando (Euronix). La discesa verso Paterno ricompatta il sestetto al comando, che procede di comune accordo fino alle prime rampe della salita di Lago Magorno. Poco prima della vetta, Sirica allunga sui suoi rivali, portandosi dietro il solo Abenante. La coppia al comando semina la concorrenza, viaggiando a passo spedito anche nel lungo tratto pianeggiante che precede l’epilogo nel centro tanagrino. La volata a due sembra cosa fatta, ma il 24enne di Scafati rompe gli indugi negli ultimi 250 metri, vincendo per distacco su Sirica. A più di 6’ il quartetto dei primi inseguitori, regolato da Orlando, che ha preceduto Balzano, Larossa e De Vito.

La scalata di Mandrano è stata lo spartiacque anche della gara femminile: Rossella Diezzo (Sirino Bike) allunga su Rosa Colasuonno (Gasparre Cicli) e Maria Grazia D’Anna (Città di Sarno), consolidando il suo vantaggio fin sulla linea del traguardo. Colasuonno ha poi prevalso nella corsa alla piazza d’onore sulla giovane ciclista dell’Agro.

Prima delle premiazioni, a cui hanno partecipato anche il figlio e il nipote di Franca Priore e Pasquale Ammaccapane – i due coniugi di Sant’Arsenio morti in un incidente stradale nell’ottobre 2014 – sono intervenuti il presidente della Federciclismo campana, Giuseppe Cutolo, e il componente della commissione nazionale amatori della FCI, Giuseppe Serulo. «Siamo tutti grati al Ciclo Team Tanagro per aver riportato in vista la Granfondo del Tanagro, garantendo le migliori condizioni di sicurezza agli amatori lungo la strada», ha dichiarato Cutolo. «Questa corsa inaugura un nuovo circuito che darà l’occasione agli amanti delle due ruote di scoprire gli angoli nascosti della nostra regione», ha aggiunto Serulo.

Il circuito Campania Felix riprenderà domenica prossima a Gioia Sannitica (Caserta) con la Granfondo del Matesannio, prova valida per l’assegnazione del titolo tricolore di mediofondo. Bisognerà invece aspettare il 3 luglio per la quinta tappa del Giro dell’Arcobaleno, in programma a Grottaglie (Taranto).

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019