La Gelbison è in serie D: «Un’immensa gioia, grazie ai tifosi»

Ce l’ha fatta. La Gelbison è salva. Hanno tirato un sospiro di sollievo i soci, ma soprattutto i calciatori ed i tifosi, quando le sezioni unite del Coni hanno pronunciato, questa sera intorno alle 20, la loro sentenza. L’udienza era l’ultima carta giocabile per sperare di rientrare a far parte nuovamente della lega nazionale dilettanti. La società vallese era infatti stata esclusa per via di un mero errore burocratico. L’iscrizione era stata infatti inviata via fax e non via mail, come prevedeva il regolamento. La Gelbison ora è pronta ad impegnarsi più che mai. Si diceva fiducioso stamane il direttore generale Antonello Mainente ad aveva ragione ad esserlo. «Un’immensa gioia per la sentenza – esclama il direttore generale appena appresa la notizia -. La stavamo aspettando con trepidazione e con ansia questa notizia ed averla avuta ora in modo ufficiale ci riempie di gioia e ci da la carica per poter continuare a lavorare per questo campionato in serie D». «Una gioia immensa per questo risultato ottenuto grazie al trasporto dei nostri tifosi, grazie agli avvocati, grazie a tutti coloro che ci hanno sostenuto in questa battaglia» conclude poi Mainente trepidante. Ancora non è dato sapere in quale gironesarà inserita la società vallese, ma ancora poche ore e poi sarà deciso anche quello.

©Riproduzione riservata