• Home
  • Cronaca
  • People mover: nuovo progetto di collegamento tra i campus di Fisciano e Baronissi

People mover: nuovo progetto di collegamento tra i campus di Fisciano e Baronissi

di Maria Mazzeo

"People mover" è il nome del sistema di collegamento su ruota che collegherà il campus universitario di Fisciano con quello di Baronissi, sede della facoltà di Medicina e Chirurgia. Si è svolta, infatti, ieri mattina una riunione operativa del gruppo di lavoro per la realizzazione del progetto.

Il tracciato intersecherà la stazione ferroviaria del comune di Fisciano, in località Lancusi, a fungere da interscambio con il tratto ferroviario proveniente da e verso Salerno, in un più ampio progetto di metropolitana leggera regionale. La lunghezza complessiva del percorso sarà pari a circa 4 Km, di cui parte a raso, parte in galleria e parte su viadotto, per una potenzialità di trasporto di 1200 passeggeri per ora e direzione di marcia.

All’interno del Campus di Fisciano si prevedono due stazioni, una in prossimità del parcheggio multipiano ed una in corrispondenza del terminal bus, prossimo alla strada provinciale per la fruizione anche della comunità limitrofa. Lo stazionamento all’interno del campus di Baronissi avverrà in prossimità della rampa in uscita per consentirne la fruizione anche da parte dei cittadini.

La stima dei costi necessari per la realizzazione delle opera ammonta a circa 70 milioni di euro, cui farà fronte la Regione Campania con fondi dell’Asse IV del PO FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 4.6, all’approvazione del progetto definitivo.

L’incontro è stato presieduto dall’Assessore ai Trasporti e viabilità – Porti ed aeroporti – Demanio marittimo della Regione Campania Ennio Cascetta e dal Rettore Raimondo Pasquino. Presenti anche i rappresentanti di tutti i gli enti coinvolti nel progetto: Sergio Negro dell’Ente Autonomo Volturno, holding dei trasporti della Regione Campania, Marina Habetswallner architetto della Regione Campania, il Presidente dell’Autorità di Bacino Destra Sele, Luigi Stefano Sorvino, Alfonso Landi del Comune di Baronissi e Angelo Aliberi del Comune di Fisciano. Per l’Università di Salerno hanno partecipato ai lavori Gianluca Basile Capo Area VI "Risorse Strumentali, Rocco Petrone Capo dell’Ufficio Progettazione, e i docenti Fabio Rossi, Domenico Guida, Vittorio Bovolin e Antonio Piccolo.

Il tavolo tecnico è stato necessario per condividere alcune scelte utili a mitigare il rischio idraulico, completare lo studio di fattibilità e avviare la fase di progettazione.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019