Uno squalo azzurro pescato nelle acque del Cilento

di Redazione

Uno squalo azzurro è finito con l’amo in bocca nello specchio d’acqua antistante la costa di Marina di Camerota, nel Cilento. Due pescatori lo hanno tirato in barca e subito dopo liberato. Questo esemplare, conosciuto comunemente con il nome di verdesca, abita acque profonde temperate e tropicali in tutto il mondo. Predilige temperature più fredde e può migrare attraverso lunghe distanze, ad esempio dal New England al Sudamerica. Anche se generalmente sono animali letargici, possono muoversi all’occorrenza assai velocemente. Sono pesci ovovivipari e sono noti per mettere al mondo anche più di 100 avannotti per volta. Si nutrono principalmente di pesci e calamari, anche se possono catturare prede più grandi. Spesso si muovono in banchi divisi per dimensione e sesso. La vita massima è ignota, ma si stima che possano arrivare ad età intorno ai 20 anni. E’ innocuo per l’uomo.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019