Offerta 2023

Vallo di Diano, da Comunità montana 1,2 mln di euro per imprese: l’incontro informativo

| di
Vallo di Diano, da Comunità montana 1,2 mln di euro per imprese: l’incontro informativo

Si è tenuto a Padula, presso la sede della Comunità Montana Vallo di Diano un incontro informativo sul bando da 1,2 milioni di euro per imprese e persone fisiche emanato dall’Ente Montano valdianese. Politici e tecnici hanno illustrato le opportunità offerte dal bando che prevede una copertura delle spese ammissibili fino all’80% per richieste di finanziamento da 30mila a 200mila euro. Il Presidente dell’ente, Francesco Cavallone, ha introdotto il dibattito.

«Abbiamo avuto un bel finanziamento che riguarda tutte quelle micro/piccole/medie imprese che svolgono le proprie attività in ambito turistico, artigianale, culturale. Tra i nostri scopi primari, ha detto Cavallone, c’è quello di favorire l’entusiasmo, le competenze ed il desiderio di rimanere dei nostri giovani. A giudicare dalla risposta di stasera, possiamo dirci soddisfatti ed essere incoraggiati a proseguire in questa direzione».

A lui fa eco l’Assessore Antonio Pagliarulo che ha ribadito l’importanza della Strategia Nazionale delle Aree Interne che finanzia l’intervento. «Tramite la SNAI, ha spiegato Pagliarulo, offriamo un’opportunità ai nostri giovani. Questa misura coinvolge tutte le imprese attrattive Culturali, Artistiche, Artigianali cui possono partecipare tutte le imprese anche in via di costituzione, anche sotto forma di ditta individuale. Questa partecipazione ci gratifica e sono sicuro che il pubblico avrà ottenuto le informazioni necessarie a partecipare al bando. È un’opportunità per il territorio. Altre sono state proposte, altre ne verranno».

E ancora, l’Assessore Gaetano Spano nell’assicurare altri incontri pubblici informativi nel Vallo di Diano prima della scadenza del bando fissata il 20 gennaio prossimo, ha aggiunto: «E’ il primo di una serie di incontri focalizzato sui giovani. Questi devono essere il capitale per il domani. Altre parole chiave sono innovazione, rinnovazione, lungimiranza ed i valori culturali tipici del nostro territorio. Nel valutare le proposte che ci giungeranno terremo nella dovuta considerazione la Coesione, di modo che tutti i comuni del Comprensorio vengano adeguatamente rappresentati».

Le conclusioni sono spettate ai tecnici Settimio Rienzo e Vincenzo Quagliano che hanno alimentato anche un ampio e qualificato dibattito, fornendo indicazioni utili in ordine alla fattibilità tecnica, economica, logistica e di mercato ai promotori di nuovi progetti.



©Riproduzione riservata
×