Vallo della Lucania, anziana aggredita da nomadi: «Ho paura di uscire di casa»

Aggredita da zingari nei pressi del centro. Accade a Vallo Della Lucania. A raccontarlo è un’anziana del posto che per ragioni di privacy chiameremo Anna. La donna stava tornando a casa dopo aver fatto visita a una sua amica disabile. Intorno alle 20 racconta di aver imboccato via Parri, una strada nei pressi del centro cittadino ma poco frequentata. Non fa in tempo ad arrivare a metà strada che si sente tirare la borsetta.

Il racconto «Sarà qualche nipotino», pensa tranquilla Anna, ancora sotto choc per l’accaduto. Poi si volta e si trova davanti una donna sulla quarantina insieme ad altri due uomini che si appostano dietro un muretto. Secondo una prima ricostruzione i tre dovrebbero abitare nelle case popolari nei pressi della zona. Il racconto della donna continua. Anna sarebbe stata tenuta ferma per un braccio mentre la zingara le chiede insistentemente denaro. «Non ne ho con me», cerca di tagliare corto l’anziana impaurita. Allora la nomade le tira l’orologio e la collana. «Temevo potessero picchiarmi o farmi del male», racconta la donna. Intanto i due appoggiati al muretto insistono nel volerla accompagnare ma la donna con una scusa riesce a scappare e a infilarsi in una stradina secondaria. Il racconto della malcapitata è un po’ confuso. «Ho paura di uscire di casa ora», si confida Anna, che non ha ancora trovato il coraggio di denunciare l’accaduto. Pare che non si tratti di episodi isolati. Tutto questo a pochi passi dal centro città.

©Riproduzione riservata