Vallo della Lucania, da un mese casa famiglia ha sospeso attività: «Silenzio da parte dei sindaci»

Continua l’epopea della casa famiglia ‘Hansel e Gretel’ di Vallo della Lucania che da oltre un mese attende risposte. In mancanza di un accordo tra il Piano di zona S8 e i Comuni, l’associazione Yobel ha momentaneamente sospeso le attività, con tutto ciò che ne consegue. Per ovviare alla situazione è stato organizzato lunedì 18 gennaio un coordinamento dei sindaci per trovare una soluzione col Piano di zona. «Hanno deciso di non decidere in quella riunione,  questa è la verità», ha commentato Roberto Nicoliello, presidente dell’associazione Yobel. Ad un mese di distanza nulla sembra essersi mosso, sembra non ci sia neanche una nuova convocazione per il coordinamento per deliberare sulla questione, e ad oggi le attività della casa famiglia sono ancora sospese. La cooperativa è in attesa che cambi il regolamento del piano di zona, sistemando il problema delle fatturazioni ponendole per intero a carico del piano di zona e non più in quota parte anche ai Comuni che per vari motivi, non partecipano. La casa famiglia quindi è ancora chiusa perché privata di una fetta importante di entrate economiche. 

©Riproduzione riservata