• Home
  • Cronaca
  • Tensione al Tribunale, una telefonata anonima annuncia una bomba

Tensione al Tribunale, una telefonata anonima annuncia una bomba

di Redazione

Ore di tensione stamane a Vallo della Lucania. Con una telefonata al 112, effettuata poco dopo le 8, un anonimo "segnalatore" ha annunciato alle forze dell’ordine la presenza di un ordigno esplosivo nel Tribunale della cittadina cilentana. Lo stato di allerta è durato un paio d’ore, fin quando i controlli effettuati dai carabinieri hanno escluso la possibilità che all’interno dell’edificio vi fosse effettivamente una bomba.

Per oggi era stata fissata un’udienza del processo a suor Soledad, la suora accusata di molestie sessuali nei confronti di alcuni bambini che frequentavano l’Istituto Santa Teresa, poi spostata al prossimo mese di marzo, per motivi processuali non legati all’episodio del falso allarme esplosivo. 

Si sta valutando se ci possa essere una relazione tra la telefonata anonima e il delicato processo che, oltre alla suora peruviana, vede indagati due uomini- un fotografo e un muratore che hanno lavorato durante il periodo in questione nell’istituto, accusati anch’essi di molestie – e due consorelle accusate di favoreggiamento.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019