Vibonati, la giunta perde pezzi: si dimettono due assessori

Infante viaggi

di Mar. Val

L’inizio della fase 2 nell’emergenza Coronavirus nel Comune di Vibonati ha coinciso con la spaccatura del gruppo di maggioranza. Due assessori comunali, Dalia De Filippo e Luigi Giudice, si sono dimessi nella mattinata di oggi. Lo hanno fatto con una lettera indirizzata al sindaco Franco Brusco e ai consiglieri di maggioranza e opposizione. «Quattro anni fa abbiamo iniziato insieme un percorso politico che si basava su solide convinzioni e su un rapporto fiduciario profondo. – scrivono De Filippo e Giudice – Il nostro intento era quello di operare a favore della comunità che ci aveva conferito il mandato amministrativo, e in tutta coscienza abbiamo lavorato al meglio delle nostre capacità per soddisfare le esigenze che ci provenivano dalla collettività».

Cosa è successo? «Da diversi mesi ormai – scrivono i due assessori – il rapporto fiduciario che si era costruito all’interno della maggioranza sembra però essersi assottigliato, tanto che le attività che avremmo dovuto svolgere come assessori sono state, via via, affidate ad altri soggetti della maggioranza, dell’opposizione, se non addirittura a figure esterne ad entrambe». E poi scrivono: «Le scelte fatte da questa amministrazione non hanno tenuto conto delle competenze e le azioni che ne sono susseguite non corrispondono più alle nostre idee e al nostro modo di concepire il ruolo che ci era stato affidato con delega dal sindaco». «Il ruolo di assessore è un ruolo di estrema responsabilità e non può essere affidato a una pluralità di soggetti. – proseguono nella missiva – Le scelte che vengono fatte devono essere il frutto di un posizionamento politico, etico e morale e non possono dipendere dagli umori del momento».

  • assicurazioni assitur

Infine l’annuncio: «Ritenendo di non godere più della fiducia di questa amministrazione che ci ha di fatto esautorato dai nostri compiti restituiamo tutte le deleghe che ci erano state conferite rimettendo nelle mani del sindaco le decisioni ulteriori da prendere. Nel rispetto del mandato ricevuto – concludono De Filippo e Giudice – continueremo a svolgere il nostro ruolo di consiglieri comunali cercando di rappresentare degnamente le istanze dei cittadini che ci hanno riconosciuto la loro fiducia».

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur