• Home
  • Attualità
  • Villammare Film Festival, a Corinne Cléry il premio alla Carriera

Villammare Film Festival, a Corinne Cléry il premio alla Carriera

di Redazione

Da domani parte la ventunesima edizione del Villammare Festival Film&Friends, appuntamento fisso di fine estate che avrà luogo, come ogni anno, in piazza Portosalvo nella cittadina cilentana. Saranno cinque serate che termineranno il 27 agosto con la presenza di grandi protagonisti del mondo del cinema, dello spettacolo e da una giuria di qualità capitanata dall’attrice partenopea Cinzia Mirabella.  Ospite della prima serata sarà Corinne Cléry che riceverà il Premio alla Carriera. Protagonista di molte commedie al cinema e in teatro, l’attrie nasce il 23 marzo del 1950 a Parigi. Nel 1967 esordisce al cinema con il film di Joel Le Moigné “Les Poneyttes”. Ma è solo sei anni più tardi che si fa conoscere in Italia grazie a “Il sergente Rompiglioni”, per la regia di Pier Giorgio Ferretti. Dopo aver recitato per Just Jaeckin in “Histoire d’O”, l’artista ha fatto parte del cast di “Natale in casa d’appuntamento” e nel 1976 è sul grande schermo in ben quattro pellicole. Successivamente recita ne “L’umanoide”, film diretto da Enzo G. Castellari e Aldo Lado, viene diretta da Ugo Tognazzi ne “I viaggiatori della sera” e vestirà i panni della Bond girl  in “Moonraker – Operazione Spazio” di Lewis Gilbert. Inoltre, torna al cinema con “Eroina”, di Massimo Pirri. Ma è anche una delle attrici di “Odio le bionde”, di Giorgio Capitani. Dopo essere stata diretta da Alberto Sordi in “Tutti dentro” e da Bruno Cortini in “Giochi d’estate”, Corinne Clery appare in due commedie di Carlo Vanzina e sarà protagonista di diverse pellicole e serie tv quali, “Skipper”, nella miniserie “Turno di notte”, in “Una vittoria” e in “Disperatamente Giulia”, “Vita coi figli”, “I ragazzi del muretto”, “Le gabbianelle”, “Errore fatale”; mentre è sul grande schermo grazie al film “Per sempre” di Walter Hugo Khouri e “Tramonti fiorentini”.  Inoltre, è apparsa in “Vacanze di Natale ’90” e “Occhio alla perestrojka”, rispettivamente di Enrico Oldoini e Castellano e Pipolo e nel film di Sergio Staino “Non chiamarmi Omar”. In seguito, recita in “Donna di cuori”, “Le Roi de Paris”, per la regia di Dominique Maillet, “A Dio piacendo”, per la regia di Filippo Altadonna e in tv, invece, appare nella miniserie “Non ho l’età 2” e “Incantesimo”.

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019