Emergenza viabilità, il Gal Regeneratio: «Nessun finanziamento per le strade dei comuni interni»

Infante viaggi

«Il Cilento intero è abbandonato a se stesso dagli organi sovracomunali che invece dovrebbero supportarci quotidianamente. L’esempio più lampante è quello relativo alla disastrosa situazione della rete stradale provinciale del Cilento che sta mettendo in ginocchio un territorio intero». È quanto dichiara Carmine D’Alessandro, presidente del Gruppo di azione locale ‘Cilento Regeneratio srl’, in merito alla difficile situazione della viabilità a sud della provincia di Salerno.

«È vero che sono stati stanziati i fondi, – continua D’Alessandro – ma è pur vero che nella delibera regionale non figura alcuna strada dell’entroterra. Solamente nel nostro territorio d’ambito, senza dimenticare le altre, ci sono diverse strade interessate da frane, come la provinciale che collega Magliano Vetere con Stio o quella che collega Monteforte Cilento con Rocca Cilento, che non state inserite nel provvedimento. I cittadini però quotidianamente sono costretti a subire disagi. Lunedì andrò, infatti, in Provincia insieme ai sindaci di Stio e Monteforte Cilento, Natalino Barbato e Antonio Manzi, per incontrare l’assessore ai Lavori Pubblici Attilio Pierro ed evidenziare la loro totale assenza nei confronti del nostro territorio».

  • Vea ricambi Bellizzi

«A metà febbraio saremo come Gal ‘Cilento Regeneratio srl’ alla Borsa Internazionale del Turismo a Milano. – conclude D’Alessandro – Questi sforzi, nell’ottica della promozione e della valorizzazione del territorio, rischiano di essere vanificati dalla carenza di attenzione da parte degli enti sovracomunali. Sembra surreale parlare di promozione quando viviamo una situazione di criticità che rischia di isolare completamente il Cilento»

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro

©Riproduzione riservata