Sassano, rinviata la convalida dell’arresto di Gianni Paciello

E’ stata rinviata a domani, giovedì, l’udienza di convalida dell’arresto di Gianni Paciello. Sul capo del 22enne, che ha ucciso il fratello e altri tre ragazzi domenica a Sassano, pende la pesante accusa di omicidio volontario. La dinamica dell’incidente è stata ricostruita dagli inquirenti: la Bmw nera viaggiava a circa 135 chilometri orari e ha percorso 300 metri in 6 secondi prima di salire sulla rotonda e schiantarsi contro il bar teatro della tragedia. Ieri, martedì, si sono tenuti i funerali dei quattro giovani in maniera separata: chiesa e orari differenti. Logicamente al funerale di Luigi il fratello Gianni era assente perchè piantonato in ospedale dai carabinieri, ma ha inviato comunque una corona di fiori che è stata posizionata sulla bara del piccolo. 

Convalida e reato Giovedì mattina, dunque, il gip della procura di Lagonegro, insieme ai carabinieri di Salerno e Sala Consilina, sarà all’ospedale ‘San Giovanni Di Dio e Ruggi D’Aragona’ per convalidare il fermo del giovane. I motivi del rinvio non sono ancora chiari. Secondo indiscrezioni raccolte dal giornale del Cilento, pare ci sia una presunta difficoltà nel trovare un avvocato che volesse difendere il 22enne. Sempre secondo voci di corridoio sembrerebbe che il capo di imputazione domani potesse anche essere ridotto e cioè da omicidio volontario potrebbe passare a omicidio colposo plurimo aggravato. Se ciò accadesse la presunta pena per questo ultimo reato è molto inferiore rispetto a quella per il quale è accusato attualmente Gianni. 

©Riproduzione riservata