Allerta meteo: freddo e neve nelle prossime ore

Il maltempo si sta spostando al sud, e quindi anche nel Cilento. Mentre il burian continua a spingersi verso sud-owest invadendo la penisola iberica, una nuova perturbazione mediterranea si sta formando in queste ore a ridosso dell’Italia occidentale ed invederà nella mattinata di venerdì 3 febbraio tutte le regioni italiane, e quindi anche il Cilento e Vallo di Diano.

Ecco le aree maggiormente colpite: litorale cilentano e aree interne. Si prevede neve copiosa e abbondante ma i giorni più freddi in assoluto si prevedono tra il 6 e l’8 febbraio. Previste, inoltre, precipitazioni sopra i 500-600 metri.

Nei prossimi giorni e per tutto il fine settimana ci saranno piogge intense e persistenti a bassa quota, mentre copiose nevicate in montagna e alta collina ma qualche fiocco potrà cadere anche quote infioriori ai 500 metri.

Per quanto riguarda il litorale cilentano sono previste piogge diffuse anche a carattere di rovescio con venti moderati con possibili raffiche fino a 34 Km/h.

Temperature minime comprese tra i 6° e 10 gradi, le massime tra i 10° e 14°.

Vallo di Diano. Sono previsti venti con un’intensità fino ai 28 Km/h con temperature minime tra i 5 e 8 gradi e massime tra 9 e 12 gradi. Previste anche possibili nevicate a quote inferiori a 500 metri.

Ecco le aree giudicate a rischio neve dove nei prossimi giorni si concentrerà in modo particolare il pattugliamento della polizia provinciale:  Caggiano, Salvitelle, Auletta, di Polla, Petina, Teggiano e S. Pietro al Tanagro, di Montesano e Padula, del Vallo di Diano (Sala Consilina, Monte S. Giacomo e Sassano), del medio Cilento (Controne, Ottati, Castelcivita, Sacco, S. Rufo, Roscigno e Piaggine), di Sicignano degli Alburni, di Agropoli-Policastro (l’intera s.p. Cilentana), dell’alto Cilento (Stio, Campora, Retara) di Roccagloriosa, S. Giovanni a Piro e Sapri, di Rofrano e Montano Antilia.

ARTICOLI CORRELATI:

Viabilità, attivata task-force per l’emergenza neve