Paestum tra i comuni più ricercati d’Italia

Paestum è il quinto comune italiano più ricercato dai turisti rurali italiani che, nel periodo 21 giugno-26 luglio 2011, cliccando sul portale specializzato Toprural.it, hanno effettuato una ricerca per trovare agriturismi e strutture che possano corrispondere alle richieste di chi ama affidarsi, per le proprie vacanze, al “verde” e al mangiar sano, alternativo al turismo di massa.

In Italia il turismo rurale ed enogastronomico vanta un giro d’affari che oscilla dai 3 ai 5 miliardi di euro, grazie a 4-5 milioni di turisti tra stabili ed occasionali. La spesa media procapite giornaliera del turista rurale supera notevolmente la spesa media nazionale (193 euro contro 90), e per il 16,8% è destinata all’acquisto di vino, per il 12,7% a quello di prodotti alimentari tipici, per il 10% a prodotti di artigianato locale, per il 20,8% alla ristorazione e per il 31,5% all’alloggio. E Capaccio Paestum, per il portale Toprural, rappresenta una destinazione prediletta dagli amanti della natura e delle escursioni, avendo il sito di Paestum, il mare, la presenza di una lunga linea di costa caratterizzata da spiagge sabbiose larghe anche 80 metri, eccellenze enogastronomiche e tanto “verde”.

L’inserimento di Capaccio Paestum in questa particolare Top Five coglie la soddisfazione dell’Amministrazione comunale che, attraverso i consiglieri delegati al Turismo, Carmine Caramante e Raffaele Barlotti, dichiara: “Si tratta di un riconoscimento importante per il territorio, che tuttavia non ci stupisce, perché ormai da anni la nuova vocazione turistica della nostra zona è questa. A tal proposito, avendo colto pienamente questa nuova tendenza, da alcuni mesi, con il progetto di promozione e marketing denominato Percorsi Culturali ed enogastronomici Paestum Agropoli abbiamo fortemente investito per posizionare Capaccio Paestum in questo target turistico. Le campagne pubblicitarie, le iniziative e le sinergie con Qui Touring e Gambero Rosso Travel, la presenza alla Bit di Milano, all’ITB di Berlino e al Vinitaly, l’inserimento di Paestum nel circuito Mete Divine, i press tour con la stampa estera, hanno avuto un fortissimo riscontro, così come l’importante e consolidato evento Le strade della mozzarella”.

“La nostra linea – continuano i consiglieri delegati – non ha fatto altro che riconoscere ed esaltare gli operatori della zona, la qualità dei servizi offerti in questo tipo di strutture, sempre più presenti sul territorio, punto di riferimento di una ricettività che guarda oltre i classici schemi, proponendo, allo stesso tempo, natura, eccellenze enogastronomiche, cultura, relax e lusso”.

Per la curiosità, la top three di Top Rural vede, nelle prime tre posizioni delle mete più ricercate dal turista rurale, Sperlonga, provincia di Latina, Pescasseroli, località in provincia de L’Aquila, e l’aostana Cogne.