Cilento, taglio abusivo di alberi: due nei guai

Il corpo Forestale dello Stato di Capaccio-Roccadaspide ha scoperto, nel Cilento, il taglio abusivo di numerosi alberi ricadenti su terreni demaniali in zone di particolare valenza naturale che ricadono, tra l’altro, nel perimetro del Parco nazionale del Cilento. In località Propicciano del comune di Trentinara, i forestali hanno sorpreso un automezzo che alla vista delle giubbe verdi ha cercato di fuggire. I forestali hanno bloccato il conducente e hanno scoperto che si trovava in zona per caricare otto quintali di tronchi di ontano napoletano tagliato abusivamente sul territorio di proprietà del comune di Trentinara. Il corpo Forestale ha sequestrato la legna e la motosega, mentre il conducente è stato denunciato alla procura della Repubblica del tribunale di Salerno.

In località Cannito Soprano a Capaccio, il corpo Forestale ha scoperto anche qui un taglio boschivo non autorizzato. Gli autori, identificati dalla giubbe verdi, hanno dichiarato di non essere in possesso delle autorizzazioni necessarie. Il taglio degli alberi, infatti, non era stato segnalato alla comunità montana e al Parco del Cilento. I tagli avevano interessato un terreno che ricade in riserva generale orientata del Parco e sottoposto a vincolo idrogeologico. Gli autori del taglio sono stati denunciati anche in questo caso.

©Riproduzione riservata