• Home
  • Cronaca
  • Suicidio Sala Consilina, Beppe Grillo scrive nel blog

Suicidio Sala Consilina, Beppe Grillo scrive nel blog

di Luigi Martino

Michele D’Aloia si è tolto la vita giovedì nello scantinato della propria azienda. L’episodio è avvenuto nei pressi dello svincolo autostradale di Sala Consilina. I motivi del gesto sono chiari: l’imprenditore da tempo non riusciva a risollevare le sorti della sua azienda che per anni aveva dato lavoro a diverse persone, i debiti superavano le entrate e così Michele ha deciso di farla finita. Accanto al suo corpo i familiari hanno trovato un biglietto. All’interno c’erano le scuse del padre, rivolte soprattutto ai tre figli e alla moglie.

Il caso non è passato inosservato alla stampa nazionale e, soprattutto, ai politici. In primis è Beppe Grillo a riprendere un articolo che riporta la vicenda dell’imprenditore salese. Sul blog del leader del ‘Movimento 5 stelle’ si legge:

«Ieri, a Sala Consilina (SA), un imprenditore edile di 50 anni si è tolto la vita. La vicinanza e la solidarietà alla famiglia sono oggi un obbligo per ognuno di noi. Da domani, tuttavia, dovremo esprimere solidarietà con un impegno sempre più concreto per trovare una vera via di uscita da questa tragica crisi sociale ed economica. Da troppo tempo queste notizie vengono riprese solo dalla cronaca locale, mentre esse attengono a un contesto più generale. Infatti, la crisi sta colpendo le fasce più esposte dell’intera società italiana. Vorrei che queste notizie venissero riportate a livello nazionale, perché il disagio di Sala Consilina non si nasconda nelle cronache di Sala Consilina, senza rendere partecipe l’intera nazione (se ne esiste ancora una). Roberto De Luca».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019