Sentenza Mediaset, ex pretore di Sapri condanna Berlusconi

Infante viaggi

I giudici della sezione feriale della Cassazione hanno emesso il loro verdetto per Silvio Berlusconi: confermate le condanne per frode fiscale a carico del leader del Pdl e di altri tre imputati del processo Mediaset. La Cassazione è presieduta da Antonio Esposito, colui il quale ha letto la sentenza. Esposito vive a Sapri dove negli anni ’80 è stato pretore della cittadina della spigolatrice per poi passare nel Vallo Di Diano e precisamente a Sala Consilina.

Per il giudice cilentano resta dunque la condanna a quattro anni di reclusione per Berlusconi: tre anni coperti da indulto, l’anno residuo da scontare ai domiciliari o con l’affidamento ai servizi sociali. La Cassazione ha invece annullato la sentenza limitatamente alla pena accessoria a carico dell’ex premier, l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni e ha disposto il rinvio alla Corte d’Appello di Milano per la rideterminazione della pena accessoria. Durante la diretta televisiva della lettura del verdetto, alla parola “annulla” pronunciata dal presidente Esposito in riferimento alla pena accessoria, l’interdizione, un grido di esultanza si è levato dalla folla radunata in via del Plebiscito, tenuta dietro le transenne dalle forze dell’ordine.

  • assicurazioni assitur

VIDEO – La lettura della sentenza da parte del giudice di Sapri

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur