Arresto Di Nardo, opposizione di Sapri ringrazia capitano Tamorri: «Ci sentiamo più sicuri»

Infante viaggi

«Ci facciamo interpreti dei sentimenti dell’intera città di Sapri e del comprensorio, ed esprimiamo al capitano Emanuele Tamorri, comandante della compagnia dei carabinieri di Sapri, i nostri ringraziamenti per la brillante operazione di polizia che ha portato all’arresto di un famigerato latitante nella cittadina di Palinuro». A riferirlo, con una nota a mezzo stampa, sono i consiglieri di opposizione di Sapri, Vito D’Agostino, Antonio Gentile e Daniele Congiusti. I fatti si riferiscono alla cattura di uno dei latitanti più ricercati dei clan camorristici napoletani, Michele Di Nardo, ritenuto l’attuale capo del clan dei Mallardo. Il boss è stato acciuffato a Palinuro mentre si godeva le vacanze estive con la fidanzata in una villetta del centro cilentano. L’attuale reggente del clan Mallardo era stato inserito nella lista dei latitanti più pericolosi ed era ricercato per due mandati di cattura emessi uno ad aprile 2012 e l’altro lo scorso luglio per associazione di tipo mafioso ed estorsione. La caccia all’uomo è terminata il 24 agosto dopo una lunga attività investigativa.  «Operazioni come questa – concludono i consiglieri nella nota – accrescono la già considerevole riconoscenza della popolazione nei confronti dell’Arma e contribuiscono ad aumentare la “sicurezza percepita” favorendo la tenuta della pace sociale nelle nostre contrade».

Leggi anche

  • Vea ricambi Bellizzi

Palinuro: arrestato Michele di Nardo e Palinuro: il boss Michele Di Nardo incastrato da Facebook

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi