Cilento, falso povero incastrato dalla Finanza: prestava 6mln di euro a imprenditori

Infante viaggi

Avrebbe messo in piedi una vera e propria attività bancaria illegale che erogava prestiti monetari a imprenditori residenti nell’area del basso Cilento. Ad incastrarlo sono stati gli uomini della guardia di finanza di Sapri che hanno condotto una complessa e articolata operazione per ricostruire in modo certosino tutti i movimenti riconducibili all’uomo che risultava sconosciuto al Fisco.

Infatti, le fiamme gialle hanno ricostruito la posizione reddituale del «falso povero» e hanno scoperto che, a fronte degli ingenti movimenti di denaro sui propri conti correnti bancari, per il triennio 2004-2006 avrebbe indicato nelle dichiarazioni dei redditi irrisori e per le annualità seguenti, quelle del 2007, 2008 e 2009, avrebbe addirittura omesso di presentare i modelli dichiarativi obbligatori. Eppure, faceva prestiti per ben 6,4 milioni di euro, attraverso l’emissione di 424 assegni.

  • assicurazioni assitur

Gli importi evasi ai fini Irpef sono stati segnalati all’agenzia delle entrate competente per il recupero a tassazione. L’uomo, di Vallo della Lucania, è stato denunciato per i reati di “infedele presentazione della dichiarazione dei redditi” e di “omessa presentazione della dichiarazione dei redditi”. «L’attività condotta – fanno sapere le fiamme gialle – testimonia il costante impegno nell’assolvimento della nostra missione istituzionale, volta al contrasto della criminalità economica e finanziaria e all’”aggressione” ai patrimoni illeciti accumulati».

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur