Strage Sassano, le mamme incontrano il sindaco: «Basta incidenti»

La strage di Sassano, verrà ricordata per sempre così la tragedia avvenuta domenica nel Vallo di Diano nella frazione Silla del piccolo comune montano. Nell’incidente, provocato dalla furia di una Bmw 520 nera, hanno perso la vita i fratelli Femminella, Giovanni e Nicola, Daniele Paciello e Luigi Paciello, quest’ultimo fratello di Gianni conducente dell’auto. Il 22enne è accusato di omicidio colposo plurimo e si trova ai domiciliari nella camera di sicurezza dell’ospedale di Salerno. In questi giorni, sui media nazionali e sulla cronaca locale, si è parlato molto di prevenzione e dell’introduzione del reato di omicidio stradale. Sono intervenuti esperti e personaggi di spicco del panorama politico nazionale, come spesso accade dopo i fatti di cronaca così importanti. Alcune mamme di Sassano, visibilmente scosse da quanto accaduto, hanno richiesto un incontro con l’amministrazione comunale di Sassano. Il sindaco, Tommaso Pellegrino, ha accettato e domani mattina, venerdì, si incontreranno per cercare insieme una soluzione per una maggiore sicurezza stradale lungo le vie del comune valdianese. «Dopo quanto accaduto domenica – scrivono le mamme in una nota – non possiamo restare con le mani in mano e permettere che incidenti del genere capitino di nuovo».

©Riproduzione riservata