• Home
  • Cronaca
  • Sapri, volontari ripuliscono il litorale. Raccolti quintali di cemento

Sapri, volontari ripuliscono il litorale. Raccolti quintali di cemento

di Marianna Vallone

Alcuni volontari di Sapri si sono riuniti sulla spiaggia cilentana della spigolatrice per ripulirla dal degrado che da diverso tempo rende agonizzante “uno degli arenili più belli del sud Italia”.

Negli ultimi anni il lungomare di Sapri, uno dei più belli del sud Italia, è diventato uno dei più degradati. Eppure basterebbe poco per renderlo più presentabile“, scrive Vito, un volontario che insieme a Lia e Paolo in poche ore ha raccolto sacchi di rifiuti e plastica e quintali di cemento.

Il cemento raccolto dai volontari fa parte dei residui dovuti alle varie ristrutturazioni della seconda passeggiata (il lungomare vicino alla spiaggia, ndr) lasciato lì negli anni.

In meno di un’ora abbiamo pulito oltre metà spiaggia. Quello che più deturpava, oltre la plastica, erano i numerosi pezzi di cemento. Ne abbiamo raccolto qu intali. Sono residui della ristrutturazione della seconda passeggiata. Il mancato controllo, da parte del comune e delle istituzioni, ha cagionato al demanio marino, un grosso danno ambientale“, spiega ancora Vito.

E lancia un appello anche ai giovani: “Chi ha sbagliato? Dopo oltre 40 anni, riusciremo a risolvere questo problema? Sapri è un paese agonizzante, cerchiamo di rianimarlo. Ci vuole una scossa molto forte. Confido nei giovani: pretendete di contare nelle decisioni importanti. Pensate al vostro futuro“.

Lia, una dei tre volontari presenti oggi a Sapri, ha poi spiegato: “Avremmo voluto portare i sacchi all’area ecologica per offrire un servizio completo,ma ho saputo che l’area non esiste più ed abbiamo lasciato sacchi ed il cemento sulla passeggiata confidando nella promessa dei vigili che verso le due il camion della spazzatura sarebbe passato a ritirarli“.

(PHOTO: Lia Amato)

 

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019