Vallo della Lucania, sequestrata un’area adibita a discarica abusiva

Infante viaggi

I finanzieri di Vallo della Lucania hanno sequestrato un’area di circa 7000 metri quadrati, adibita a discarica abusiva di rifiuti speciali e pericolosi, ammontante a circa 170 metri cubi, situata lungo la Fiumara della Selva dei Santi, affluente del fiume Alento.

Gli investigatori coordinati avrebbero notato un autocarro che scaricare  materiale polveroso di colore scuro, in un campo coltivato limitrofo al Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e adiacente ad un corso d’acqua, e quindi si appostavano nelle immediate vicinanze ed al sopraggiungere di un secondo automezzo, carico dello stesso materiale, disperso tra l’altro anche nell’aria durante la manovra, intervenivano per impedirne lo scarico.

  • Vea ricambi Bellizzi

Nel corso delle operazioni i militari avrebbero constatato che il materiale era costituito da scarti di lavorazione derivanti dalla produzione di conglomerati bituminosi, realizzati da una ditta del posto e depositati con la compiacenza dei proprietari del fondo.

Trattandosi di sostanze speciali, sversate in assenza delle prescritte autorizzazioni di legge, i proprietari del fondo, gli autisti ed il titolare della ditta che aveva prodotto gli scarti del materiale bituminoso sarebbero stati denunciati alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, mentre l’area adibita a discarica abusiva, i due autocarri ed un escavatore, utilizzati per il trasporto e la movimentazione del materiale, sarebbero stati sequestrati.

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi