Nomina presidente Parco, attivisti M5S Cilento e Vallo di Diano uniti contro le poltrone politiche. Pronti alle proteste

E’ ormai giunto a conclusione il mandato di Amilcare Troiano (in foto) a commissario del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. In questa settimana il ministero per l’Ambiente potrebbe procedere alla nomina. Tra i candidati ci sono Antonio Valiante, vicepresidente dell’ala Giunta Regionale della Campania, Vincenzo Pepe, presidente di Fareambiente, l’on. Carmelo Conte, l’editore Ernesto Apicella e l’on. Sabrina Capozzolo. «Personaggi  – a detta degli attivisti del Movimento cinque stelle del Cilento e Vallo di Diano – che hanno ricoperto incarichi politici provinciali, regionali e nazionali, che hanno già gestito il territorio con risultati molto discutibili (vedi Tribunale, Sanità, viabilità, Scuola, ecc)».  

«Ancora una volta – dicono – a pagarne le conseguenze saranno i cittadini del Cilento e del Vallo di Diano se la gestione del parco fosse affidata a persone politiche scelte attraverso logiche partitiche e di potere basate su una vera spartizione di poltrone, che fanno perdere ancora una volta fiducia e credibilità’ nelle istituzioni da parte dei cittadini del Parco. Come Cittadini ed attivisti del M5S Vallo di Diano del M5S Cilento prendiamo le distanze da tali scelte e chiediamo che le scelte vengano fatte come prevede la legge quadro sui parchi n.394/91, persone particolarmente qualificate per le attività’ in materia di ‘conservazione della natura’. Pronti ad ogni tipo di mobilitazione e protesta».

©Riproduzione riservata