Maltempo, politici cilentani provano ad aiutare famiglie colpite: «Risarcire agricoltori per mancato raccolto»

«L’esondazione del fiume Sele che nei giorni scorsi ha colpito il territorio salernitano ha causato l’allagamento di 200 abitazioni, e la grande quantità di acqua ha travolto numerose aziende ortofrutticole e zootecniche. C’è molta preoccupazione nei cittadini e da quanto emerge da un primo monitoraggio della Coldiretti, l’ondata di maltempo ha provocato milioni di danni alle infrastrutture, alle aziende agricole, alle colture e agli allevatori del luogo». Lo dichiarano in una nota congiunta i deputati del partito Democratico Simone Valiante, Gennaro Migliore e Luigi Famiglietti. «Apprezziamo il lavoro di molti volontari che in questi giorni si sono messi a disposizione per riportare alla normalità le zone colpite dall’esondazione del Sele. La situazione resta critica ed in molte zone manca l’energia elettrica. Ci auguriamo – concludono i deputati del partito Democratico – che al più presto tutto ritorni alla normalità e chiediamo inoltre l’immediato stanziamento di fondi speciali da destinare a ristoro dei danni subiti dagli agricoltori per il mancato raccolto a causa dell’evento alluvionale».

©Riproduzione riservata